Che cos’è un protocollo VPN e qual è il miglior protocollo VPN? |


Bene, se sei interessato a conoscere i protocolli VPN, questo è l’articolo giusto per te. Discuteremo quali sono i protocolli VPN, esamineremo i tipi di protocollo VPN generali e ti forniremo una rapida panoramica di quali protocolli dovresti utilizzare per varie attività online.

Che cos’è un protocollo VPN?

I protocolli VPN rappresentano i processi e le serie di istruzioni su cui si basano i provider VPN per garantire agli utenti VPN di godere di comunicazioni VPN client-server VPN stabili e sicure. Alla base, un protocollo VPN è fondamentalmente un mix di protocolli di trasmissione e standard di crittografia.

Quali tipi di protocollo VPN ci sono?

Al momento della stesura di questo articolo, è molto probabile che i provider VPN offrano l’accesso ai seguenti protocolli VPN:

  • PPTP
  • L2TP / IPSec
  • IKEv2 / IPSec
  • IPSec
  • SSTP
  • OpenVPN
  • SoftEther
  • Gabbia di protezione

Confronto protocollo VPN

PPTP L2TP / IPSec IKEv2 / IPSec IPSec SSTP OpenVPN TCP OpenVPN UDP SoftEther Gabbia di protezione
Protocollo VPNVelocità di connessioneLivello di crittografiaStabilità della connessioneStreaming multimedialeDownload torrentCompatibile conDisponibile nel client CactusVPN
Molto velocePoveroMolto stabileBuonaPoveroLa maggior parte dei sistemi operativi e dispositiviSu Windows
mediomedioStabileBuonamedioLa maggior parte dei sistemi operativi e dispositiviSu Windows
Molto veloceBuonaMolto stabileBuonaBuonaLa maggior parte dei sistemi operativi e dispositiviSu Windows, macOS e iOS
medioBuonaStabileBuonaBuonaLa maggior parte dei sistemi operativi e dispositiviNo
VeloceBuonaMolto stabilemedioBuonaWindows, Ubuntu, Android e routerSu Windows
medioMolto beneStabilemedioBuonaLa maggior parte dei sistemi operativi e dispositiviSu Windows e Android
VeloceMolto benemedioBuonaBuonaLa maggior parte dei sistemi operativi e dispositiviSu Windows e Android
Molto veloceMolto beneMolto stabileBuonaBuonaLa maggior parte dei sistemi operativi e dispositiviNo
VeloceBuonaNon ancora stabilemediomedioLinux, macOS, iOS e AndroidNo

Una rapida panoramica dei protocolli VPN in offerta

Se vuoi saperne di più su ogni protocollo VPN che abbiamo delineato sopra, questa sezione è proprio ciò di cui hai bisogno. Ecco cosa dovresti sapere – in breve – su tutti i protocolli utilizzati dai provider VPN:

1. PPTP

PPTP è l’acronimo di Point-to-Point Tunneling Protocol, ed è un protocollo VPN sviluppato da Microsoft negli anni ’90. Al giorno d’oggi, è piuttosto popolare per le persone che vogliono trasmettere contenuti con restrizioni geografiche a causa delle sue alte velocità. Oltre a ciò, la VPN è anche facile da configurare ed è già integrata nella maggior parte delle piattaforme.

Praticamente tutti i provider VPN offrono l’accesso a PPTP, anche se dovresti evitare i provider che offrono solo PPTP. Perché? Perché offre a malapena sicurezza affidabile. In effetti, è abbastanza sicuro supporre che il PPTP sia stato violato dall’NSA. Inoltre, il PPTP può anche essere bloccato dai firewall con il minimo sforzo per la maggior parte del tempo.

Nel caso in cui desideri leggere ulteriori informazioni sul protocollo di crittografia PPTP, non esitare a leggere questo articolo.

2. L2TP / IPSec

Generalmente considerato un miglioramento rispetto a PPTP, L2TP / IPSec è sostanzialmente un’estensione del protocollo PPTP, con la differenza principale che utilizza un doppio incapsulamento:

  • Il primo incapsulamento imposta la connessione PPP.
  • Il secondo incapsulamento ha l’attuale crittografia IPSec.

Mentre il doppio incapsulamento può rendere più sicuro L2TP / IPSec, può anche renderlo più lento del PPTP poiché il traffico deve prima essere convertito in modulo L2TP e, successivamente, è stato aggiunto anche un ulteriore livello di crittografia.

Nel complesso, il protocollo è piuttosto sicuro (soprattutto se utilizza la crittografia AES), anche se vale la pena ricordare che L2TP da solo non fornisce crittografia, motivo per cui è sempre associato a IPSec.

Come PPTP, L2TP / IPSec è normalmente facile da configurare ed è già integrato in molte piattaforme esistenti. Quindi, vedrai molti provider VPN che offrono l’accesso ad esso. Tuttavia, la maggior parte dei provider dovrà normalmente configurare ulteriormente il protocollo per assicurarsi che non possa essere bloccato dai firewall NAT (poiché può utilizzare solo la porta UDP 500 per stabilire una connessione).

Tra i lati positivi, questo tipo di installazione garantisce che L2TP / IPSec non possa essere sfruttato da attacchi man-in-the-middle.

Mentre è stato affermato che l’NSA ha violato o indebolito questo protocollo di crittografia VPN, non ci sono prove per eseguirne il backup. Tuttavia, vale la pena notare che le affermazioni provengono dallo stesso Edward Snowden.

Per ulteriori informazioni su L2TP / IPSec, leggi questo articolo.

3. IPSec

IPSec è una suite di protocolli di rete sicura utilizzata per crittografare i pacchetti di dati inviati su una rete IP (una rete di comunicazione composta da uno o più dispositivi che utilizzano il protocollo Internet per inviare e ricevere dati).

IPSec è piuttosto popolare grazie alla sua elevata sicurezza (per gentile concessione dei suoi meccanismi di Intestazione di autenticazione e Payload di sicurezza incapsulante) e al fatto che può crittografare il traffico senza che l’applicazione dell’end point ne sia consapevole.

Per quanto riguarda gli aspetti negativi, IPSec può essere difficile da configurare, quindi possono verificarsi errori se il provider VPN non ha abbastanza esperienza con esso. Nella tecnologia VPN, IPSec viene spesso utilizzato insieme a L2TP e IKEv2. Inoltre, come abbiamo menzionato sopra, ci sono state affermazioni – anche se infondate – che l’NSA ha indebolito intenzionalmente il protocollo.

Se vuoi saperne di più su IPSec, segui questo link.

4. IKEv2

Sviluppato da Microsoft e Cisco e basato su IPSec, IKEv2 è relativamente veloce, stabile e sicuro (se viene utilizzato un codice come AES). Inoltre, funziona anche in modo nativo su dispositivi Blackberry. E poiché ha il supporto per MOBIKE, gestisce molto bene le modifiche alla rete. Cosa significa? Bene, ad esempio, quando passi da una connessione WiFi a una connessione del piano dati sul tuo cellulare, la connessione VPN rimarrà stabile durante tutto il processo.

Stranamente, IKEv2 non è tecnicamente un protocollo VPN, ma si comporta come uno e aiuta a controllare lo scambio di chiavi IPSec.

Per quanto riguarda gli aspetti negativi, IKEv2 può essere difficile da implementare sul lato server VPN, quindi un provider VPN inesperto o non preparato potrebbe commettere errori che possono causare connettività o problemi di sicurezza. Inoltre, ad alcuni utenti non piace che Microsoft sia stata coinvolta nella sua creazione. Ciò e IKEv2 possono potenzialmente essere bloccati da alcuni firewall.

Ti interessa scoprire di più su IKEv2? Quindi assicurati di consultare il nostro articolo su di esso.

5. OpenVPN

Un protocollo open source, OpenVPN è uno dei protocolli VPN più popolari tra gli utenti. È molto sicuro, configurabile e funziona su più piattaforme. Inoltre, OpenVPN è molto difficile da bloccare perché il traffico OpenVPN è estremamente difficile da distinguere dal traffico HTTPS / SSL.

Oh, e il protocollo OpenVPN può anche essere eseguito su qualsiasi porta (inclusa la porta 443 HTTPS) e utilizzare entrambi i protocolli UDP e TCP.

Il principale svantaggio del protocollo sembra essere il fatto che usarlo con crittografia avanzata può talvolta rallentare la velocità di connessione. Tuttavia, a volte questo problema può essere risolto facendo in modo che OpenVPN utilizzi il protocollo UDP poiché è più veloce.

Oltre a ciò, OpenVPN richiede software di terze parti poiché non è integrato in modo nativo nei sistemi operativi o in varie piattaforme e configurarlo può essere difficile. Fortunatamente, questo non è un grosso problema per l’utente medio poiché i client VPN fungono da software di terze parti necessario.

Se stai cercando di leggere di più su OpenVPN, dai un’occhiata a questo link.

6. SoftEther

Rispetto alla maggior parte dei protocolli di crittografia VPN (tranne Wireguard), SoftEther è relativamente nuovo. Il protocollo è iniziato come un semplice progetto all’Università di Tsukuba, ma alla fine è diventato un grande progetto software VPN multiprotocollo open source.

“Aspetta, cosa intendi con software VPN multiprotocollo?”

Bene, a questo punto, è importante fare una chiara distinzione: SoftEther può fare riferimento al protocollo VPN o al server VPN:

  • Il server VPN SoftEther può supportare un gran numero di protocolli VPN, come SSTP, OpenVPN, L2TP / IPSec, IPSec e il protocollo VPN SoftEther (da cui il bit “multiprotocollo”)
  • Il protocollo VPN SoftEther utilizza SSL 3.0 per comunicazioni client-server VPN sicure. Il protocollo contiene vari miglioramenti tecnici che lo rendono più veloce e più sicuro.

Nonostante sia nuovo, SoftEther è diventato rapidamente popolare tra gli utenti VPN grazie al fatto che è molto sicuro (SoftEther utilizza AES-256), stabile e sorprendentemente veloce. Inoltre, è anche gratuito da usare e funziona su più sistemi operativi (inclusi FreeBSD e Solaris) – per non parlare del fatto che è uno dei pochi protocolli VPN ad avere client funzionanti su Linux.

Inoltre, SoftEther ha anche funzioni che OpenVPN non ha, come Dynamic DNS Function, RPC Over HTTPS Management e GUI Management (solo per citare alcuni esempi).

In questo momento, gli unici inconvenienti che potrebbero essere degni di nota sono il fatto che SoftEther non ha supporto del sistema operativo nativo e che – per qualche motivo – ci sono provider VPN che non lo offrono come opzione. Inoltre, poiché si tratta di una soluzione basata su software, un provider VPN non può davvero offrirti l’accesso diretto al protocollo. Invece, dovrai installare SoftEther sul tuo dispositivo e collegarti ai server del provider.

Se desideri saperne di più su SoftEther, abbiamo già scritto un articolo approfondito su di esso.

7. SSTP

SSTP è l’acronimo di Secure Socket Tunneling Protocol ed è stato introdotto da Microsoft con Windows Vista. Nonostante ciò, funziona ancora anche su altri sistemi operativi (come Linux e Android). SSTP è significativamente superiore a PPTP quando si tratta di sicurezza poiché può essere configurato con la crittografia AES.

SSTP

Inoltre, il protocollo SSTP VPN viene spesso confrontato con OpenVPN in termini di vantaggi poiché utilizza SSL 3.0, consentendogli così di aggirare la censura utilizzando la porta 443 (la porta del traffico HTTPS).

Nonostante ciò, SSTP non è così popolare come OpenVPN perché è di proprietà di Microsoft, tende a funzionare principalmente solo su piattaforme Windows e non è open-source.

Vuoi saperne di più su SSTP? Quindi consulta il nostro articolo su di esso.

8. Wireguard

Wireguard è un nuovo protocollo VPN. È presumibilmente destinato a sostituire IPSec, e si afferma che sia più veloce e leggero di esso. Inoltre, Wireguard è open-source e poiché utilizza solo una singola suite crittografica, è meno probabile che abbiano falle di sicurezza.

Gli unici problemi in questo momento sono il fatto che il protocollo è ancora in fase di sviluppo, manca molta compatibilità multipiattaforma (al momento, funziona principalmente solo su Linux) e devono essere eseguiti ulteriori test poiché non esiste un rilascio stabile ancora.

Nonostante ciò, ci sono provider VPN che hanno iniziato a usare Wireguard.

Per ulteriori informazioni su Wireguard, consulta questo articolo.

Hai bisogno di un servizio con una buona selezione di protocolli VPN?

Ti abbiamo coperto – CactusVPN fornisce l’accesso ai più popolari protocolli VPN disponibili: OpenVPN, SoftEther, IKEv2, SSTP, L2TP / IPSec e PPTP.

Scegliere quale protocollo VPN vuoi usare è estremamente semplice: basta usare il menu a discesa nella nostra app VPN per fare la tua scelta prima di connetterti a uno dei nostri server e sei a posto. Nessun processo di installazione complesso.

Goditi anche la massima sicurezza online

I nostri protocolli VPN utilizzano i codici di crittografia AES-256 per garantire che i tuoi dati personali e il traffico Internet siano sani e salvi.

Inoltre, forniamo l’accesso a un Kill Switch affidabile, in modo che tu possa goderti la tranquillità mentre navighi sul web sapendo che il tuo traffico non sarà esposto anche se ti capitano problemi di connettività.

Oh, e per di più, imponiamo anche una rigorosa politica di non registrazione presso la nostra azienda, il che significa che non devi preoccuparti che nessuno qui su CactusVPN veda ciò che fai online.

App CactusVPN

Prova prima CactusVPN gratuitamente

Vuoi assicurarti che il nostro servizio possa soddisfare tutte le tue esigenze prima di prendere un impegno? Nessun problema: puoi facilmente testare il nostro servizio VPN gratuitamente per 24 ore.

E dopo aver scelto un piano di abbonamento e diventare un utente CactusVPN, avremo ancora le spalle con la nostra garanzia di rimborso di 30 giorni se la VPN non funziona come pubblicizzato.

Qual è il miglior protocollo VPN?

Questa è una domanda piuttosto difficile a cui rispondere – soprattutto perché ciò che conta come il “miglior protocollo VPN” dipende esclusivamente da ciò che vuoi fare su Internet. Dopotutto, quello che potrebbe essere considerato il miglior protocollo VPN da alcune persone, potrebbe essere visto come un protocollo di crittografia sub-par.

Quindi, per offrirti una risposta decente, vedremo quali protocolli VPN funzionano meglio per determinate attività o situazioni online:

Qual è il miglior protocollo VPN per il torrenting?

Quando si tratta di torrent con una VPN, avrai sicuramente bisogno di un protocollo VPN che sia stabile, veloce e sicuro. Chiaramente, la tua scommessa migliore sarà il protocollo VPN SoftEther poiché ha tutte quelle caratteristiche.

Una buona alternativa a SoftEther sarebbe anche IKEv2 in questo caso. Puoi anche provare a utilizzare OpenVPN UDP per scaricare i torrent, anche se ti consigliamo di farlo solo se utilizzi una VPN che offre un Kill Switch poiché non offre una stabilità perfetta. E sicuramente non vuoi che le tue attività di torrent siano esposte se la tua connessione VPN si interrompe improvvisamente.

La nostra raccomandazione: SoftEther o OpenVPN UDP

NOTA BENE: Noi di CactusVPN non incoraggiamo la violazione del copyright illegale e il torrenting illegale. Tuttavia, comprendiamo che – per alcune persone – la condivisione di file è l’unico modo possibile per accedere a programmi di intrattenimento (film, programmi TV, videogiochi) e file di lavoro o scolastici.

Qual è il protocollo VPN più veloce?

Per molto tempo, PPTP è stata considerata l’opzione di riferimento se stavi cercando un protocollo VPN veloce. Al giorno d’oggi, è ancora un protocollo VPN molto veloce che viene spesso utilizzato per lo streaming di contenuti geo-bloccati. Tuttavia, quella velocità ha il prezzo di una grave mancanza di crittografia, che ti lascia praticamente esposto online.

Velocità DNS intelligente

Un’alternativa molto migliore a PPTP è SoftEther. Apparentemente, questo protocollo VPN è quattro volte più veloce del protocollo PPTP e tredici volte più veloce del protocollo OpenVPN. Presumibilmente, ciò è dovuto al fatto che SoftEther è stato scritto pensando alla velocità elevata. Inoltre, puoi godere di elevata sicurezza e compatibilità multipiattaforma su molti dispositivi e sistemi operativi.

Tuttavia, se SoftEther non è un’opzione praticabile per te, una buona alternativa a PPTP è IKEv2 poiché è anche abbastanza veloce. Ovviamente, puoi sempre usare anche PPTP se vuoi, ma tieni presente che devi assicurarti che nessuno dei tuoi dati sensibili venga messo in pericolo se dovessi farlo.

Per quanto riguarda Wireguard, sembra piuttosto veloce dai test che hanno sul loro sito Web, ma la sua inaccessibilità per la maggior parte degli utenti e la mancanza di stabilità per ora ostacolano.

La nostra raccomandazione: SoftEther

Qual è il protocollo VPN più sicuro?

OpenVPN sarebbe la nostra prima scelta. Offre la crittografia a 256 bit, non richiede stack IP e operazioni del kernel poiché viene eseguito nello spazio utente (fornendo una migliore protezione della memoria) e gestisce anche un protocollo di sicurezza personalizzato basato su TLS e SSL.

Stai meglio usando un provider VPN che offre anche un Kill Switch (valido per qualsiasi protocollo VPN), ma OpenVPN TCP è abbastanza stabile, quindi non dovrebbero esserci problemi.

SoftEther è anche un’opzione decente. La sicurezza di cui godi è praticamente alla pari con la protezione che ottieni con OpenVPN. L’uso di SoftEther per la massima sicurezza su Internet dipende dal fatto che tu stia bene o meno con l’utilizzo di un protocollo VPN più recente invece di quello precedente di OpenVPN.

IKEv2 è anche una buona scelta se si utilizzano dispositivi BlackBerry e crittografa i dati due volte. Anche L2TP / IPSec lo fa ed è generalmente considerato sicuro, ma non lo consigliamo davvero rispetto al resto dei protocolli VPN che abbiamo citato per questo particolare contesto.

Per quanto riguarda Wireguard, è vero che è un protocollo sicuro, ma è ancora in fase sperimentale, quindi per ora è difficile fare affidamento su di esso per la sicurezza online.

Oltre a ciò, anche SSTP funziona bene. Dipende solo dal fatto che tu sia infastidito dal fatto che non sia open-source e che sia controllato esclusivamente da Microsoft, una società che ha già concesso alla NSA l’accesso a messaggi crittografati prima.

La nostra raccomandazione: OpenVPN o SoftEther

Qual è il protocollo VPN più stabile?

IKEv2 è una scelta eccellente quando si tratta di stabilità sui dispositivi mobili poiché può effettivamente resistere alle modifiche della rete.

Anche SoftEther lo fa molto bene dato che è stato creato in base all’idea che verrà eseguito 24/7 in modo permanente una volta avviato. Il suo codice è stato scritto in modo tale da prevenire sia perdite di memoria che vari arresti anomali. Anche se qualcosa va storto, SoftEther è programmato per riavviarsi automaticamente il più velocemente possibile.

Altri protocolli VPN stabili includono OpenVPN (quando utilizza la porta TCP), SSTP e L2TP / IPSec. Il PPTP è anche abbastanza stabile, ma tieni presente che a volte può essere bloccato facilmente dai firewall.

La nostra raccomandazione: IKEv2, SoftEther o OpenVPN TCP

Qual è il protocollo VPN compatibile più multipiattaforma?

PPTP sembra essere il protocollo VPN più nativamente supportato, essendo disponibile su più sistemi operativi e dispositivi. Tuttavia, vale la pena notare che a causa della sua debolezza di sicurezza, PPTP potrebbe non essere più supportato su dispositivi e sistemi operativi più recenti. Ad esempio, il protocollo VPN non è più supportato in modo nativo su macOS Sierra (e versioni successive).

Una buona alternativa a PPTP è L2TP / IPSec che è nativamente disponibile anche su numerose piattaforme. Anche IKEv2 è una buona opzione, soprattutto perché funziona su dispositivi BlackBerry.

OpenVPN non ha supporto nativo su sistemi operativi e altri dispositivi, ma è facilmente disponibile tramite software di terze parti come i client VPN.

La nostra raccomandazione: L2TP / IPSec, OpenVPN, IKEv2 e PPTP (per ora, e solo se sei sicuro di non mettere in pericolo dati preziosi)

Qual è il protocollo VPN più semplice da configurare?

Per ora, PPTP sembra essere il protocollo VPN più semplice da configurare semplicemente perché è nativamente integrato in così tante piattaforme. L2TP / IPSec e IKEv2 sono abbastanza semplici da configurare anche per lo stesso motivo.

SSTP è anche molto facile da gestire, anche se solo su piattaforme Windows. E Wireguard è più semplice da configurare di OpenVPN – almeno secondo questa recensione, in cui lo scrittore ha impiegato circa sei ore a configurare Wireguard rispetto a pochi giorni per OpenVPN.

SoftEther non è estremamente difficile da configurare rispetto a OpenVPN poiché è dotato di un programma di installazione facile da usare e ha strumenti di gestione della GUI. Ma rispetto agli altri protocolli VPN menzionati sopra, c’è ancora del lavoro da fare.

Naturalmente, se si utilizza un software VPN di terze parti, si ottiene un facile accesso a qualsiasi protocollo VPN desiderato fino a quando il provider VPN lo offre e finché funziona sul dispositivo o sul sistema operativo, ad eccezione di SoftEther poiché è necessario per installare il suo software sul dispositivo e connettersi manualmente ai server del provider VPN.

La nostra raccomandazione: PPTP, L2TP / IPSec o IKEv2

Qual è il protocollo VPN ad alta intensità di risorse?

Senza dubbio, PPTP è una delle opzioni meno dispendiose in termini di risorse semplicemente perché offre una crittografia inferiore che non consuma molta potenza della CPU.

Lo SSTP è normalmente una scelta migliore, perché consuma meno risorse e offre anche una sicurezza decente, tutto grazie al fatto che è fortemente integrato nelle piattaforme Windows. Se si utilizza un sistema operativo o dispositivo diverso, è possibile provare OpenVPN anziché PPTP poiché può ottimizzare l’utilizzo della potenza di elaborazione. Wireguard potrebbe anche essere una buona alternativa se sei un utente Linux.

La nostra raccomandazione: SSTP, PPTP o OpenVPN / Wireguard

“Quindi, quale protocollo VPN dovrei usare?”

Difficile a dirsi: tutto dipende davvero da cosa vuoi fare su Internet. Ecco un breve elenco che mostra quale protocollo VPN viene utilizzato al meglio e che può aiutarti quando devi prendere una decisione del genere:

  • Il PPTP viene utilizzato al meglio quando si desidera solo un accesso rapido ai contenuti geo-bloccati. Idealmente, non dovresti usarlo quando hai effettuato l’accesso ad altri account che contengono informazioni sensibili (come il tuo conto bancario, ad esempio).
  • L2TP / IPSec è fondamentalmente una versione migliorata di PPTP, quindi puoi usarlo quando vuoi scaricare torrent, accedere a contenuti geo-bloccati e navigare in Internet in modo sicuro, senza pensare a un potenziale calo delle velocità di connessione.
  • IKEv2 è un’ottima opzione se usi molto il tuo dispositivo mobile (specialmente se si tratta di un dispositivo BlackBerry) poiché la tua connessione VPN rimane stabile quando passi dalle reti WiFi al tuo piano dati. È ideale anche se stai cercando di proteggere il tuo traffico online e godere di velocità decenti.
  • SSTP è una buona opzione se sei un utente Windows e desideri godere di una sicurezza e una velocità online decenti senza che il protocollo consumi troppa energia della CPU.
  • OpenVPN dovrebbe essere la tua opzione preferita se desideri una connessione online sicura e stabile. Se sei interessato a velocità migliori, puoi utilizzare OpenVPN su UDP.
  • SoftEther è un’ottima alternativa OpenVPN ed è la scelta giusta se non ti dispiace un protocollo VPN più recente e desideri goderti connessioni sicure, stabili e veloci.
  • Wireguard viene utilizzato al meglio se sei un utente Linux e se desideri provare un protocollo VPN sperimentale in grado di fornire un’esperienza online fluida.

Conclusione

Un protocollo VPN è un insieme di regole utilizzate per negoziare una connessione tra il client VPN e il server VPN. Al momento, questi sono i protocolli VPN che molto probabilmente vedrai utilizzati dai provider VPN:

  • PPTP
  • SSTP
  • L2TP / IPSec
  • IKEv2 / IPSec
  • OpenVPN
  • SoftEther
  • Gabbia di protezione

In generale, OpenVPN e SoftEther sono i protocolli VPN ideali da utilizzare se stai cercando un’esperienza online fluida, veloce e stabile. Anche Wireguard ha molto da offrire al riguardo, ma al momento è solo in fase sperimentale. SSTP e IKEv2 sono buone alternative se OpenVPN e SoftEther non sono un’opzione per te.

PPTP deve essere utilizzato solo quando hai bisogno di velocità di connessione elevate e sei sicuro che la tua privacy non sarà in pericolo (poiché ha una crittografia scadente). Per quanto riguarda L2TP / IPSec, è superiore a PPTP in termini di sicurezza, ma non è così veloce a causa della sua doppia funzione di incapsulamento. Tieni presente che IKEv2 / IPSec ha lo stesso elevato livello di sicurezza, ma è significativamente più veloce di L2TP / IPSec.

Idealmente, dovresti scegliere un provider VPN che ti permetta di scegliere tra più protocolli VPN.

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map