Che cos’è WireGuard? (Cosa devi sapere) |


disconoscimento: Al momento della stesura di questo articolo, WireGuard è ancora in fase di sviluppo e in fase di test. Se in futuro emergono nuove informazioni che sono in conflitto con ciò che abbiamo scritto in questa guida, sentiti libero di contattarci e di farcelo sapere.

Che cos’è WireGuard?

WireGuard è un nuovo protocollo VPN open source che mira a fornire agli utenti di Internet un’esperienza online più veloce, più semplice e più sicura. Il protocollo afferma di offrire prestazioni migliori rispetto a OpenVPN e di essere generalmente più utile e progettato meglio di IPSec.

WireGuard è stato sviluppato da Jason Donenfeld, l’uomo che ha fondato Edge Security. Nonostante quanto sia “giovane” il protocollo WireGuard (è emerso ufficialmente nel 2018, ma era in fase di sviluppo prima di quella data), è stato rapidamente accettato dagli utenti online e è persino riuscito a catturare l’attenzione del principale sviluppatore Linux Linus Torvalds che ha chiamato è un ‘”opera d’arte”.

Come funziona il protocollo WireGuard?

Come qualsiasi protocollo VPN, Wireguard è responsabile della creazione di una connessione sicura (chiamata anche “tunnel”) tra due entità di rete. In questo caso, tali entità saranno il client VPN e il server VPN.

Una cosa interessante da notare su WireGuard è che gli handshake di connessione vengono eseguiti ogni pochi minuti e vengono eseguiti in base al tempo anziché al contenuto dei pacchetti di dati. Per questo motivo, la perdita di pacchetti non avrà la stessa probabilità di causare fastidiose disconnessioni.

Gli utenti non devono inoltre chiedere al protocollo di disconnettersi, riconnettersi o reinizializzare poiché WireGuard utilizza una coda di pacchetti separata per host e rileva automaticamente quando l’handshake non è aggiornato.

Inoltre, una volta stabilito il tunnel VPN tra il client e il server, il server deve ricevere almeno un pacchetto di dati crittografati dal client prima di poter effettivamente utilizzare la sessione. In questo modo è garantita la corretta conferma della chiave.

Dettagli tecnici generali su WireGuard VPN

  • WireGuard utilizza le seguenti cifre:
    • ChaCha20 per crittografia simmetrica
    • Poly1305 per l’autenticazione
    • Curve25519 per ECDH (Diffie-Hellman a curva ellittica – un protocollo di accordo chiave)
    • BLAKE2s per hash e hash con chiave
    • SipHash24 per chiavi hashtable
    • HKDF per derivazione chiave
  • Oltre alla chiave di crittografia simmetrica, WireGuard supporta anche una chiave precondivisa opzionale che può essere miscelata nella crittografia a chiave pubblica.
  • Quando si utilizza WireGuard, il server VPN non risponde a un client che non è stato autorizzato a ridurre il rischio di attacchi DoS. Il primo messaggio di handshake inviato al server include anche un timestamp TAI64N per impedire gli attacchi di riproduzione.
  • Al momento, WireGuard funziona solo su UDP e non supporta ufficialmente TCP (tuttavia, ci sono soluzioni alternative fatte da programmatori GitHub e servizi di terze parti).
  • WireGuard non riutilizza i nonces (un numero che può essere utilizzato nelle comunicazioni crittografiche). Al contrario, si basa su un contatore a 64 bit che non può essere riavvolto. In questo modo, gli attacchi replay sono meno rischiosi e i pacchetti UDP non vengono inviati fuori servizio (cosa che può accadere con UDP).
  • WireGuard offre una build più leggera rispetto alla maggior parte dei protocolli VPN – beh, almeno quelli open-source (OpenVPN, SoftEther, IKEv2) in cui è visibile l’intero codice. Tutto sommato, il numero totale di righe di codice utilizzate in WireGuard è inferiore a 4.000.

WireGuard è sicuro da usare?

A giudicare dal tipo di crittografia utilizzato da WireGuard e dal fatto che può supportare un numero così elevato di cifre, è abbastanza sicuro affermare che sarebbe un protocollo sicuro. Ha un alto potenziale visto che l’obiettivo principale di WireGuard è migliorare i protocolli “obsoleti”.

Inoltre, grazie alla base di codice più piccola di WireGuard, è molto più semplice e richiede meno tempo eseguire controlli di sicurezza del protocollo. A sua volta, ciò significa che è possibile trovare e correggere le vulnerabilità più rapidamente. Inoltre, esiste una superficie di attacco molto più piccola che può essere sfruttata dai criminali informatici.

Sfortunatamente, al momento della stesura di questo articolo, WireGuard non è un protocollo stabile. È ancora in fase di elaborazione e dovrebbe essere utilizzato principalmente per la sperimentazione. Affidarsi al 100% per proteggere il traffico e i dati online è molto rischioso. In futuro, tuttavia, potrebbe diventare l’opzione ideale per la sicurezza online.

E questo non è l’unico problema: WireGuard ha alcuni problemi di privacy che dovresti conoscere. Apparentemente, WireGuard non può davvero essere utilizzato da provider VPN di terze parti senza registrare i dati dell’utente. Perché? Perché WireGuard non aveva una gestione dinamica degli indirizzi e gli indirizzi client sono codificati nella configurazione. Inoltre, il modo in cui WireGuard funziona costringerebbe i provider a memorizzare il tuo ultimo timestamp di accesso per ciascuno dei tuoi dispositivi al fine di recuperare gli indirizzi IP non utilizzati.

Il protocollo VPN WireGuard è veloce??

Secondo tutti i dati che abbiamo su WireGuard in questo momento, il protocollo dovrebbe offrire velocità online molto veloci. I benchmark mostrano che WireGuard è significativamente più veloce di OpenVPN e IPSec e che il protocollo è in grado di raggiungere un throughput di circa 1000 Mbps.

Il protocollo WireGuard dovrebbe essere in grado di offrire velocità decenti grazie alla sua piccola base di codice. Inoltre, il protocollo è presumibilmente programmato in modo tale da poter stabilire connessioni e strette di mano più velocemente offrendo allo stesso tempo una maggiore affidabilità. Anche gli utenti di dispositivi mobili ne trarranno vantaggio poiché WireGuard è progettato per consumare meno risorse (quindi non consuma troppa batteria) e per offrire un supporto di roaming migliorato.

Gli utenti Linux sono probabilmente in grado di ottenere le migliori velocità con le connessioni VPN WireGuard per ora, poiché il protocollo risiede all’interno del kernel Linux (il componente chiave del sistema operativo), il che significa che può offrire reti sicure ad alta velocità.

È difficile impostare una connessione VPN WireGuard?

Bene, diciamo così: non è difficile se sai cosa stai facendo e se hai familiarità con Linux. I passaggi che devi seguire non sono necessariamente complicati, ma devi fare cose extra come abilitare l’inoltro IP e trovare un modo per tunnelare i pacchetti UDP su TCP se vuoi bypassare completamente i firewall. Secondo questo recensore, la creazione di una rete WireGuard sicura ha richiesto circa sei ore.

E mentre WireGuard funziona presumibilmente su macOS, Android e iOS, il processo di installazione non è così semplice come su Linux. Inoltre, potrebbe essere necessario utilizzare software o codice di terze parti.

WireGuard può bypassare i firewall?

Il protocollo WireGuard dovrebbe normalmente essere in grado di bypassare i firewall, ma c’è una preoccupazione – poiché il protocollo utilizza solo il protocollo di trasmissione UDP (è difficile dire esattamente quale porta, sebbene possa essere la porta 51820), c’è una possibilità che possa essere bloccata da firewall o amministratori di rete che hanno chiuso completamente UDP e hanno consentito solo il traffico TCP.

Fortunatamente, c’è un modo per far tunnel i pacchetti UDP su TCP, quindi questo problema potrebbe essere aggirato. È anche possibile programmare la connessione per utilizzare la porta 443 (la porta del traffico HTTPS) per rendere ancora più difficile il blocco. L’unico problema con tutto ciò è che le soluzioni sono su Linux per il momento.

Che cos’è una VPN WireGuard?

Una VPN WireGuard sarebbe un servizio fornito da un provider VPN di terze parti. Fondamentalmente, saresti in grado di impostare una connessione WireGuard tramite il client VPN che scarichi e installi.

Al momento, non sarai in grado di trovare davvero molti provider che offrono accesso al protocollo WireGuard poiché è ancora in fase di elaborazione e il suo utilizzo può mettere a rischio i dati degli utenti.

Vantaggi e svantaggi di WireGuard

vantaggi

  • WireGuard utilizza la crittografia all’avanguardia per offrire connessioni online altamente sicure.
  • Il protocollo VPN WireGuard presenta una base di codice più leggera rispetto a OpenVPN e IPSec, che semplifica il controllo per individuare le vulnerabilità.
  • WireGuard è progettato per offrire velocità elevate e gli attuali benchmark dimostrano che è più veloce di IPSec e OpenVPN.
  • Il protocollo WireGuard offre miglioramenti delle prestazioni che possono ridurre il consumo della batteria e migliorare il supporto del roaming sui dispositivi mobili.
  • Una volta che WireGuard funziona al 100%, potrebbe essere potenzialmente molto semplice da configurare poiché utilizza solo chiavi pubbliche per l’identificazione e la crittografia, quindi non avrà bisogno di un’infrastruttura di certificazione.
  • WireGuard è difficile da configurare se non si ha familiarità con Linux o se si sta tentando di configurare il protocollo su altre piattaforme.

svantaggi

  • WireGuard è attualmente in fase di elaborazione, quindi è un protocollo che dovrebbe essere utilizzato per la sperimentazione invece di proteggere i dati online.
  • Al momento, WireGuard funziona solo su UDP e non utilizza la porta 443 (porta del traffico HTTPS). Di conseguenza, può essere potenzialmente bloccato da un amministratore di rete.
  • WireGuard funziona principalmente bene su distribuzioni Linux. Esistono porte per altre piattaforme, ma non sono estremamente affidabili.
  • WireGuard presenta alcuni problemi di privacy poiché il modo in cui è programmato costringerebbe i provider VPN a registrare i dati degli utenti.
  • WireGuard è nuovissimo e non è stato testato a fondo.

Alla ricerca di una VPN con più opzioni di protocollo?

CactusVPN è proprio quello di cui hai bisogno. Inizieremo dicendo che non offriamo ancora il protocollo WireGuard. Non è perché non possiamo, però, ma perché non vogliamo che i nostri utenti siano quelli che stanno testando il protocollo in questo momento, mettendo potenzialmente in pericolo i loro dati. Inoltre, abbiamo una rigorosa politica di non log presso la nostra azienda e il modo in cui WireGuard attualmente funziona sostanzialmente va contro di essa.

Tuttavia, offriamo la crittografia di fascia alta (AES di livello militare, ad esempio) e diversi protocolli VPN tra cui scegliere: SoftEther, OpenVPN (sia TCP che UDP), SSTP, IKEv2 / IPSec, L2TP / IPSec, PPTP.

Offriamo anche una protezione dalle perdite DNS e un Killswitch per garantire che i tuoi dati siano sempre al sicuro e forniamo accesso a server ad alta velocità e larghezza di banda illimitata per assicurarti un’esperienza online fluida.

Offriamo accesso ad app VPN intuitive che funzionano su più sistemi operativi e dispositivi: Windows, macOS, iOS, Android, Android TV, Amazon Fire TV.

Prova prima il nostro servizio gratuitamente

Non c’è bisogno di impegnarsi subito. Puoi prima approfittare della nostra prova gratuita di 24 ore per assicurarti che CactusVPN possa soddisfare tutte le tue esigenze. E non c’è bisogno di preoccuparsi: non chiediamo informazioni sulla carta di credito.

Oh, e potresti anche sapere che forniamo una garanzia di rimborso di 30 giorni nel caso in cui il servizio non funzioni come pubblicizzato quando diventi un utente CactusVPN.

Quanto è buono il protocollo WireGuard rispetto ad altri protocolli VPN?

Ecco tutto ciò che devi sapere sui vantaggi e gli svantaggi dell’utilizzo di WireGuard rispetto ad altri protocolli VPN.

Poiché WireGuard è ancora in fase di sviluppo, non possiamo ancora raccomandarlo su altri protocolli, ma probabilmente diventerà una buona alternativa alla maggior parte dei protocolli in questo elenco in futuro.

WireGuard vs. PPTP

Sebbene WireGuard sia attualmente un protocollo sperimentale, la sicurezza che offre sembra essere molto migliore e affidabile rispetto a ciò che PPTP può fornire. Per uno, la crittografia di ChaCha20 basata su WireGuard è più sicura della crittografia MPPE di PPTP che presenta molte vulnerabilità. Inoltre, c’è il fatto che il traffico PPTP è stato violato dall’NSA e che PPTP, a differenza di WireGuard, non è open source.

In termini di stabilità, WireGuard funziona meglio poiché PPTP viene bloccato molto facilmente con i firewall NAT perché PPTP non funziona nativamente con NAT. Tuttavia, vale la pena ricordare che WireGuard potrebbe essere bloccato anche dagli amministratori di rete nel suo stato attuale poiché utilizza solo il protocollo UDP – a meno che non vengano prese ulteriori precauzioni per fare in modo che tunnel i pacchetti UDP su TCP, ovviamente.

PPTP è noto per essere un protocollo molto veloce (motivo per cui molte persone lo usano ancora), ma WireGuard potrebbe offrire connessioni molto veloci anche a causa della sua struttura leggera. Per ora, tuttavia, non esiste un benchmark che mostri quanto sia veloce WireGuard rispetto a PPTP.

Per quanto riguarda la disponibilità multipiattaforma, PPTP ha tariffe migliori di WireGuard poiché è disponibile su più piattaforme ed è persino integrato in modo nativo in molte di esse. Tuttavia, vale la pena ricordare che questo potrebbe non essere più il caso in futuro. Alcune piattaforme (come macOS Sierra e iOS 10) hanno smesso di offrire supporto nativo per PPTP e non sarebbe inverosimile supporre che avrebbero iniziato a offrire supporto nativo per WireGuard – una volta che è completamente stabile, ovviamente.

Al momento, in realtà è difficile raccomandare uno di questi protocolli per una connessione sicura. WireGuard diventerà sicuramente l’opzione ovvia una volta che avrà superato i test sufficienti e il processo di sviluppo sarà terminato. Ma per ora, è meglio scegliere un protocollo diverso (come OpenVPN o SoftEther) se desideri un’esperienza online privata e sicura.

Nel caso in cui desideri saperne di più su PPTP, segui questo link.

WireGuard vs. L2TP / IPSec

Dato che WireGuard mira a sostituire l’IPSec “obsoleto”, è lecito ritenere che sarebbe in grado di offrire un’esperienza online più conveniente e più sicura di L2TP / IPSec, soprattutto perché il codice è open-source, quindi non ci sono dubbi su alcun governo entità che la manomette. Non dimenticare: Snowden ha affermato che l’NSA ha indebolito intenzionalmente il protocollo L2TP / IPSec. Sebbene non ci siano prove a sostegno di tale affermazione, è comunque qualcosa che vale la pena tenere a mente.

Una cosa che sappiamo per certo è che WireGuard è molto più veloce di IPSec e offre anche prestazioni migliori. Secondo i parametri di riferimento sul sito Web WireGuard, WireGuard è in grado di raggiungere una velocità massima di 1000 Mbps, mentre IPSec può gestire solo velocità effettiva di circa 800 Mbps. È probabile che la base di codice più leggera aiuti WireGuard a fornire prestazioni migliori, per non parlare del fatto che la funzione di doppio incapsulamento di L2TP / IPSec tende a rallentare le connessioni.

Tuttavia, L2TP / IPSec si distingue per quanto riguarda la disponibilità. Funziona su più piattaforme rispetto a WireGuard ed è persino integrato in modo nativo in molti sistemi operativi e dispositivi. D’altra parte, L2TP / IPSec è più facile da bloccare rispetto a WireGuard, soprattutto con un firewall NAT.

Ma WireGuard è ancora in fase di sviluppo per ora, quindi nel complesso è più sicuro utilizzare L2TP / IPSec (o altre alternative migliori) durante la navigazione sul Web. Se desideri saperne di più su L2TP / IPSec, abbiamo una guida approfondita su di esso.

WireGuard vs. IKEv2 / IPSec

In termini di sicurezza, sia WireGuard che IKEv2 / IPSec hanno molto da offrire. Mentre WireGuard si affida a una nuova crittografia all’avanguardia, IKEv2 offre supporto per più potenti cifrature. Inoltre, IKEv2 ha implementazioni open source, quindi può essere affidabile come WireGuard. L’unico problema con IKE nel suo insieme è il fatto che ci sono presentazioni trapelate dalla NSA che presumibilmente mostrano come potrebbe essere usato per decodificare il traffico IPSec.

IKEv2 / IPSec e WireGuard fanno entrambi un buon lavoro nel bypassare i firewall, ma non usano la porta 443 (la porta del traffico HTTPS), quindi potrebbero essere bloccati da un diligente amministratore di rete. Per quanto riguarda la velocità, è un po ‘difficile da dire, ma non è inverosimile affermare che sono legati o che IKEv2 è quasi veloce come WireGuard. È vero, IPSec è abbastanza lento da solo, ma IKEv2 / IPSec è in grado di offrire velocità molto elevate.

Per quanto riguarda la stabilità, IKEv2 / IPSec è l’opzione migliore per ora visto che WireGuard non ha ancora una build stabile. Inoltre, IKEv2 offre supporto per MOBIKE, una funzionalità che consente al protocollo di resistere alle modifiche della rete (come quando si passa da una connessione WiFi al piano dati) senza cadere.

Oltre a ciò, vale anche la pena notare che entrambi i protocolli sono disponibili su un numero simile di piattaforme, ma IKEv2 / IPSec si distingue di più perché funziona anche sui dispositivi BlackBerry, rendendolo una scelta ideale per gli utenti mobili.

Poiché WireGuard è ancora in fase di elaborazione, IKEv2 / IPSec è un’opzione molto più sicura per ora. Se desideri saperne di più su IKEv2 / IPSec, consulta questo articolo che abbiamo scritto al riguardo

WireGuard vs. IPSec

L’obiettivo di WireGuard è essere migliore di IPSec e probabilmente lo raggiungerà una volta che sarà pienamente operativo. Sebbene IPSec sia sicuro, WireGuard utilizza crittografia e cifrature moderne e all’avanguardia per offrire ancora più protezione dei dati, per non parlare del protocollo open-source, che lo rende molto più affidabile.

Inoltre, WireGuard avrebbe presumibilmente una base di codice significativamente più piccola di IPSec, il che renderebbe più performante e più facile il controllo per individuare le vulnerabilità. E se consideriamo i benchmark effettuati dal team WireGuard, possiamo anche vedere che il protocollo è più veloce di IPSec e ha un tempo di ping inferiore rispetto ad esso.

IPSec è disponibile su più piattaforme di WireGuard per il momento, vero, ma dovresti anche sapere che IPSec è potenzialmente più facile da bloccare con un firewall rispetto a WireGuard.

Alla fine, è ancora meglio attenersi a IPSec per ora, ma passare a WireGuard sarà probabilmente un’ottima idea una volta che il protocollo sarà completamente sviluppato.

Vuoi saperne di più su IPSec? Dai un’occhiata a questo articolo.

WireGuard vs. SSTP

SSTP è considerato sicuro come OpenVPN, quindi è molto probabile che la crittografia SSTP sia forte quanto la sicurezza di WireGuard VPN – almeno per ora. Tuttavia, dobbiamo menzionare l’elefante nella stanza: SSTP è di proprietà esclusiva di Microsoft, una società che in precedenza non aveva avuto problemi a trasferire l’accesso ai messaggi crittografati all’NSA. E sì, ciò significa anche che SSTP non è open-source come WireGuard.

D’altra parte, SSTP è molto più difficile da bloccare con un firewall di quanto lo sia attualmente WireGuard. Perché? Poiché SSTP può utilizzare la porta 443. Poiché tale porta è riservata al traffico HTTPS, non può normalmente essere bloccata dagli amministratori di rete. WireGuard può anche essere configurato (con un certo sforzo) per utilizzare la porta 443, ma – per impostazione predefinita – utilizza le porte UDP. Sfortunatamente, per un amministratore di rete non è inaudito bloccare completamente UDP e consentire solo il traffico TCP sulla rete.

Per quanto riguarda le velocità, è abbastanza sicuro supporre che WireGuard sia più veloce di SSTP. Non dimenticare: le velocità SSTP sono in qualche modo simili alle velocità OpenVPN. E poiché WireGuard è molto più veloce di OpenVPN, è probabilmente anche più veloce di SSTP. Probabilmente è anche molto più leggero, ma è solo una speculazione.

E per quanto riguarda la disponibilità, per ora, sembra che SSTP funzioni su un numero leggermente maggiore di piattaforme (Windows Vista e superiori, Android, Linux e router) rispetto a WireGuard, che al momento è disponibile solo su Linux, sebbene esistano alcune porte su altre piattaforme ma non sembrano essere affidabili al 00%. In futuro, WireGuard sarà probabilmente supportato su più sistemi operativi e dispositivi.

Tutto sommato, SSTP è una scelta migliore di WireGuard, ma solo perché il protocollo WireGuard non è ancora stabile e fuori sviluppo. Quando sarà completo, la scelta dipenderà da quanto ti fidi di Microsoft con i tuoi dati.

Ti interessa scoprire di più su SSTP e quanto è buono un protocollo? Segui quindi questo link.

WireGuard vs. SoftEther

SoftEther e WireGuard sono essenzialmente i nuovi protocolli sul blocco, sebbene WireGuard sia il “più giovane” tra di loro. Entrambi i protocolli sono open source, offrono una sicurezza di prim’ordine e offrono velocità molto elevate. C’è una possibilità che WireGuard sia un po ‘più veloce poiché il suo throughput può arrivare fino a 1000 Mbps mentre il throughput di SoftEther arriva fino a circa 900 Mbps.

SoftEther è ancora un’opzione migliore in questo momento poiché il protocollo è più stabile e non può essere bloccato dagli amministratori di rete poiché può utilizzare la porta del traffico HTTPS (porta 443). Inoltre, SoftEther funziona su più piattaforme rispetto a WireGuard ed è offerto da più provider VPN come opzione di connessione.

Vale anche la pena ricordare che il server VPN di SoftEther può eseguire più protocolli, ma non ha supporto per WireGuard – almeno per il momento.

Nel caso in cui tu fossi interessato a saperne di più su SoftEther, abbiamo un articolo a riguardo proprio qui.

WireGuard vs. OpenVPN

In termini di sicurezza, entrambi i protocolli hanno molto da offrire: cifre altamente sicure e crittografia a 256 bit. Certo, WireGuard non è così affidabile poiché è ancora in fase di sviluppo. Quando esce dallo sviluppo, potrebbe corrispondere a OpenVPN in termini di sicurezza. Tuttavia, se non vengono adottate misure per garantire che WireGuard possa utilizzare TCP e la porta 443 senza che debbano essere coinvolti soluzioni alternative, un amministratore di rete avrà un tempo molto più semplice per bloccarlo rispetto a OpenVPN che può utilizzare sia UDP e TCP, sia la porta 443.

Quando si tratta di velocità, c’è un enorme divario tra WireGuard e OpenVPN. Secondo questi parametri di riferimento, la differenza nella velocità effettiva tra i due protocolli è di circa 700-800 Mbps. Inoltre, il tempo di ping è molto più basso con WireGuard (0.403 ms) rispetto a OpenVPN (1.541 ms).

D’altra parte, OpenVPN è disponibile su più altre piattaforme, è in circolazione da molti anni ed è praticamente offerto da tutti i provider VPN.

Se desideri saperne di più su OpenVPN, ecco una guida utile da consultare.

Tutto ciò considerato, è necessario utilizzare il protocollo WireGuard?

Per il momento, è meglio usare WireGuard solo se si desidera testare il protocollo e sperimentarlo per vedere di cosa è capace, quali vulnerabilità ha e quanto bene può gestire i firewall.

Ma dovresti assolutamente evitare di utilizzare il protocollo WireGuard se vuoi proteggere il tuo traffico online e la privacy di Internet. Sfortunatamente, non è abbastanza stabile per garantire connessioni veramente sicure – per non parlare del fatto che l’utilizzo di WireGuard con un servizio VPN di terze parti significa che non potrai trarre vantaggio da una politica di non accesso poiché il provider non può aderire con WireGuard.

Conclusione – Cos’è WireGuard?

WireGuard è un nuovo protocollo VPN open-source che è uscito ufficialmente nel 2018. Mentre vanta sicurezza all’avanguardia e prestazioni significativamente migliorate (è più veloce e leggero di OpenVPN e IPSec), il protocollo è attualmente in fase di sviluppo . Ciò significa che non è sicuro se si desidera proteggere il traffico e i dati online, almeno per ora.

Al momento non troverai molti provider VPN che offrono l’accesso alle connessioni WireGuard perché ciò potrebbe potenzialmente mettere in pericolo i dati degli utenti. Inoltre, il modo in cui WireGuard è progettato costringe i provider VPN a registrare i dati degli utenti, il che può andare contro le loro politiche di non log.
Una volta che WireGuard sarà completamente sviluppato e perfezionato, diventerà probabilmente il protocollo di riferimento per connessioni online sicure e veloci. Fino ad allora, tuttavia, dovresti prendere in considerazione la scelta di un provider VPN che offre invece connessioni OpenVPN e SoftEther.

Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map