Una VPN protegge dai malware? Che cos’è il malware? |


Che cos’è il malware e come possiamo prevenirlo?

Ci sono molte cose che puoi fare per cercare di prevenire le infezioni da malware, ma il posto migliore per iniziare è capire cos’è il malware e quali tipi di malware i criminali informatici preferiscono utilizzare di più.

Che cos’è il malware?

Il malware è un software dannoso che è stato configurato per infettare e ottenere accesso non autorizzato a computer, telefoni cellulari, laptop e altri dispositivi. I criminali informatici generalmente usano malware per rubare informazioni personali e finanziarie da utenti e aziende online. Tipi di malware più avanzati possono anche essere utilizzati per monitorare l’attività di qualcuno su un dispositivo, bloccare l’accesso al sistema operativo o al disco rigido e danneggiare il dispositivo stesso.

Malware vs. Virus – Qual è la differenza?

Molte persone confondono le due cose, di solito perché il software di sicurezza è chiamato software “antivirus” o “antimalware”. Quindi, abbiamo pensato che potremmo anche occuparci di questo dato che stiamo discutendo di malware.

Fondamentalmente, un virus è un tipo di malware che può auto-replicarsi, diffondersi ad altri sistemi e danneggiare i sistemi operativi degli utenti. Il malware, d’altra parte, si riferisce a qualsiasi tipo di software dannoso che può essere utilizzato dagli hacker per colpire gli utenti di Internet.

I tipi più comuni di malware

1. Adware

L’adware (acronimo di software supportato dalla pubblicità) è un malware che infetta il tuo dispositivo e / o browser e ti espone a tonnellate di pubblicità indesiderate. Gli esempi normalmente includono annunci pop-up sul desktop o sul browser di cui non puoi liberarti.

L’adware di solito non è considerato molto pericoloso, solo fastidioso. Tuttavia, molti degli annunci con cui si viene sottoposti a spam possono contenere file e collegamenti dannosi. Interagire con loro infetterà ulteriormente il tuo dispositivo con malware.

Generalmente, l’adware viene utilizzato dagli inserzionisti e dai criminali informatici come mezzo per guadagnare rapidamente. Tuttavia, l’adware può anche essere associato a spyware per tenere traccia anche della tua attività e rubare le tue informazioni personali.

2. Spyware

Come suggerisce il nome, lo spyware è un malware che ti spia. Infetta il tuo dispositivo e ruba dati personali sensibili tramite:

  • Monitoraggio di ciò che fai sul tuo dispositivo.
  • Raccogliere i tasti premuti utilizzando i keylogger.
  • Raccolta di dati finanziari e personali disponibili sul dispositivo.

A volte, i criminali informatici possono utilizzare tipi avanzati di spyware per modificare le connessioni e il traffico di rete e modificare le impostazioni di sicurezza delle varie applicazioni installate sul dispositivo.

Lo spyware è spesso associato ad altro malware e può anche essere trovato in software legittimo.

3. Ransomware

Il ransomware è un malware che tiene il tuo computer o dati personali e finanziari “in ostaggio” per un riscatto. Fondamentalmente, il malware crittograferà tutti i dati del tuo disco rigido o ti bloccherà fuori dal tuo sistema operativo. In entrambe le situazioni, ti verrà inviato un messaggio che ti dice di pagare un grande riscatto (qualche centinaio di dollari o più) per riottenere l’accesso. Generalmente ci sarà un limite di tempo e il messaggio richiederà che tutti i dati verranno eliminati se non si esegue il pagamento.

Questo tipo di malware è generalmente motivato dal punto di vista finanziario, ma alcuni criminali informatici potrebbero usarlo solo per provocare il caos e danneggiare le aziende. Alcuni esempi ben noti di ransomware includono WannaCry, NotPetya e Locky.

Il ransomware viene generalmente diffuso attraverso file e collegamenti dannosi. A volte, le vulnerabilità del sistema operativo e della rete potrebbero essere sfruttate per esporre il dispositivo anche al ransomware.

4. Virus

I virus sono un tipo pericoloso di malware poiché possono auto-replicarsi e diffondersi su altri computer. Possono collegarsi a programmi legittimi o dannosi e avviarsi all’avvio dell’utente.

Gli hacker più creativi possono utilizzare altri metodi per diffondere virus, come vulnerabilità di siti Web e app, file doc e file di script.

I virus hanno ogni tipo di utilizzo. I criminali informatici possono usarli per:

  • Rubare persona e informazioni finanziarie.
  • Danneggiare il computer o la rete.
  • Crea una botnet.
  • Spam con pubblicità.

5. Vermi

I worm sono un tipo di malware molto comune e vengono spesso utilizzati per danneggiare le reti consumando molta larghezza di banda e sovraccaricando i server. Alcuni worm possono anche essere programmati per danneggiare i computer. In sostanza, contengono ciò che è noto come un “payload” – codice che indica al worm di eseguire varie azioni una volta che ha infettato un computer, azioni come:

  • Rubare dati personali e finanziari.
  • Configurare le botnet.
  • Eliminazione di file.

Gli hacker di solito riescono a esporre gli utenti online ai worm inviando loro e-mail di spam o phishing che contengono allegati dannosi.

Sebbene i worm siano simili ai virus, sono un tipo di malware molto più pericoloso perché possono auto-replicarsi e diffondersi senza dover fare affidamento sull’attività dell’utente (come ad esempio l’esecuzione di un file eseguibile). I worm generalmente sfruttano le vulnerabilità del sistema operativo (di solito il caso di sistemi operativi non aggiornati) per diffondersi su più reti di computer. A volte, possono persino dirottare l’account e-mail di una vittima e inviare e-mail infette all’elenco dei contatti.

6. Trojan

Un Trojan è un tipo di malware che si maschera da software e file legittimi. Il criminale informatico cerca di ingannare la vittima (di solito attraverso il phishing) per installare ed eseguire il Trojan. Una volta fatto ciò, il Trojan normalmente darà all’hacker l’accesso remoto al tuo dispositivo. Saranno quindi in grado di eseguire una delle seguenti operazioni:

  • Raccogliere ed eliminare informazioni riservate.
  • Installa più malware sul tuo dispositivo.
  • Monitora la tua attività tramite keylogger e condivisione dello schermo.
  • Aggiungi il tuo computer a una botnet.

7. Bot

I robot non sono così ampiamente utilizzati dai criminali informatici, soprattutto perché non sono normalmente maliziosi. I robot sono software programmati per svolgere le normali attività (come partecipare a partite di videogiochi o fare offerte nelle aste online). Tuttavia, alcuni robot possono essere programmati per agire come malware.

Più spesso, gli hacker che usano i robot si affidano a loro per infettare i dispositivi e aggiungerli a una botnet. Una volta che ciò accade, detto dispositivo verrà utilizzato per eseguire attacchi DoS / DDoS.

Oltre a ciò, i criminali informatici possono anche utilizzare i bot per inviare spam e annunci, raccogliere dati sui server e distribuire malware sui siti Web di download.

8. Kit di root

Un rootkit è un malware programmato per fornire a terzi l’accesso remoto al tuo dispositivo. I criminali informatici amano usare i rootkit perché sono molto difficili da rilevare. Normalmente useranno tattiche di phishing per indurre gli utenti a installare il rootkit sul proprio dispositivo.

Una volta che l’hacker ha il controllo remoto del dispositivo, di solito iniziano a rubare informazioni personali e finanziarie senza che la vittima ne sia a conoscenza. Potrebbero anche modificare il software di sicurezza installato sul dispositivo per rendere ancora più difficile il rilevamento.

Una volta che il criminale informatico ha tutti i dati di cui ha bisogno, probabilmente aggiungerà il dispositivo a una botnet o lo infetterà ulteriormente con più malware.

9. Keylogging malware

Il malware keylogging ha uno scopo: registrare i tasti premuti dagli utenti sui propri dispositivi e computer pubblici. Il malware registrerà tutte le sequenze di tasti in un file che l’hacker recupererà. Con tali informazioni, possono provare a raccogliere informazioni preziose, come:

  • Credenziali di accesso
  • Numeri di conto bancario
  • Dettagli della carta di credito
  • Numeri di previdenza sociale

Il malware keylogging viene in genere diffuso tramite e-mail di phishing, ma può anche essere posizionato direttamente su un computer se un hacker ha accesso diretto ad esso. Molti criminali informatici collocano keylogger su computer pubblici.

Come individuare malware

Non è sempre estremamente facile capire se il tuo computer è stato infettato da malware. A volte, il malware non agisce immediatamente dopo l’infezione e potrebbe rimanere inattivo per un po ‘.

Tuttavia, se noti uno dei seguenti segni, probabilmente hai a che fare con un tipo di infezione da malware:

  • Il dispositivo inizia a caricarsi e funzionare molto lentamente all’improvviso: il sistema operativo impiega molto più tempo a salire, le applicazioni funzionano più lentamente e i movimenti del mouse sullo schermo sono lenti. Il malware tende spesso a rallentare il sistema operativo e a consumare memoria CPU / RAM.
  • I messaggi casuali iniziano a comparire sul tuo schermo, di solito dicendo che hai vinto un premio e devi riscattarlo, o semplicemente promuovendo la pronografia. I messaggi popup non possono essere chiusi o continuano a riaprirsi ogni volta che li chiudi. Questo è generalmente un chiaro segno di spyware o adware, quindi assicurati di non fare clic su alcun messaggio.
  • Nuove barre degli strumenti ombreggiate vengono visualizzate in tutti i browser, barre degli strumenti che non hai mai installato. Può essere solo uno, ma – il più delle volte – saranno più barre degli strumenti che occuperanno gran parte della schermata del browser. Quando li rimuovi, riappaiono solo dopo aver riavviato il dispositivo o il browser.
  • Il sistema si arresta in modo anomalo a intervalli casuali, soprattutto durante la navigazione sul Web. Gli utenti Windows otterranno il “popolare” BSoD (Blue Screen of Death).
  • Il tuo sistema operativo non è più accessibile. Provi ad accedere, ma non riesci a farlo, e vedi un messaggio che ti dice di inviare una certa quantità di denaro (di solito qualche centinaio di dollari) a un indirizzo PayPal o a un portafoglio di criptovaluta per riottenere l’accesso.
  • C’è un picco piuttosto grande nel traffico Internet quando avvii un browser dopo aver avviato il tuo dispositivo. Ciò può essere causato da un’applicazione dannosa che si collega a più server online per caricare o scaricare dati.
  • La home page del tuo browser è stata cambiata in una pagina dall’aspetto di spam e non ricordi di averlo fatto o approvato.
  • Nuove icone strane iniziano a comparire sul desktop. Questi sono solitamente PUP (programmi potenzialmente indesiderati) e possono contenere malware.
  • Le applicazioni iniziano a funzionare e si chiudono automaticamente senza che tu faccia nulla. Il controllo del task manager del sistema operativo rivela applicazioni con nomi strani che consumano molta memoria di sistema.
  • Il dispositivo inizia a esaurire lo spazio di archiviazione in modo casuale. Ad esempio, il tuo disco rigido potrebbe avere 100 GB di spazio libero un giorno e solo 30 GB liberi il giorno successivo. Ciò può essere causato da file e programmi dannosi che continuano a installare e scaricare altri file e programmi.
  • Le persone iniziano a dirti che stanno ricevendo messaggi spam casuali da te sui loro account di social media e indirizzi email.

Tieni presente che tutti questi segni potrebbero non indicare sempre un’infezione da malware. Ad esempio, se il tuo computer inizia improvvisamente a funzionare molto più lentamente, potrebbe essere dovuto al fatto che il tuo disco rigido funziona o è pieno, o perché la tua RAM è troppo bassa per gestire tutte le app che hai installato sul tuo dispositivo. Allo stesso tempo, gli arresti casuali possono essere causati da problemi tecnici.

Naturalmente, se non riesci più ad accedere al tuo computer e ricevi un messaggio che ti chiede un riscatto, non si può negare che si tratti di un attacco di ransomware.

Come prevenire le infezioni da malware

Installa programmi antivirus / antimalware affidabili

Uno dei modi migliori per prevenire le infezioni da malware è installare un decente programma antivirus / antimalware sul dispositivo. Non essere confuso dai nomi. Non importa se hai un programma antivirus o un software antimalware: entrambi sono ugualmente in grado di proteggere il tuo computer dal malware.

Ci sono molti fornitori di software antivirus / antimalware tra cui scegliere, ma i nostri consigli sono Malwarebytes ed ESET.

Inoltre, assicurati di mantenere attivo anche il firewall del tuo sistema operativo. Non fa mai male avere un ulteriore livello di sicurezza in aggiunta al programma antivirus / antimalware.

Mantieni il tuo sistema aggiornato

Come già accennato, molti malware utilizzano le vulnerabilità del sistema operativo per infettare i dispositivi e diffondersi attraverso di essi e sulla rete. Tali vulnerabilità sono generalmente presenti perché il sistema non è stato aggiornato con le ultime patch di sicurezza.

Ad esempio, se sei un utente Windows e non disponi dell’aggiornamento MS17-010, sei esposto all’exploit EternalBlue, che è stato utilizzato dai criminali informatici per facilitare gli attacchi malware di WannaCry, NotPetya e Retefe.

E gli aggiornamenti non si limitano al tuo sistema operativo. Assicurati che tutto il software sul tuo dispositivo (in particolare il tuo programma antivirus / antimalware) sia aggiornato.

Esegui scansioni regolari

Dopo aver installato un potente programma antivirus / antimalware sul dispositivo, è necessario pianificare scansioni di sicurezza giornaliere per assicurarsi che tutto sia in ordine. Potrebbe sembrare una seccatura, ma se li pianifichi circa un’ora prima di andare a letto, o quando sai che non stai usando il dispositivo, sarà più conveniente.

Ti consigliamo inoltre di scansionare tutti i file scaricati o i programmi che installi prima di aprirli, solo per sicurezza.

Non interagire con le email di phishing

Il phishing coinvolge un hacker che tenta di indurti a eseguire un’azione che potrebbe esporti a infezioni da malware. Il phishing può essere utilizzato anche in altri modi (come indurti a rivelare informazioni finanziarie sensibili), ma in questo articolo ci concentreremo solo sul bit di malware. Se desideri saperne di più, consulta questo articolo che abbiamo scritto

Quindi, come funziona generalmente il phishing con i malware? Bene, la maggior parte delle volte, un criminale informatico ti invierà un’e-mail o un messaggio di phishing che proverà a convincerti a fare clic su un link dannoso o a scaricare allegati infetti da malware. Se lo fai, il tuo dispositivo verrà probabilmente infettato da ransomware, spyware, rootkit o worm.

Individuare un messaggio di phishing non è troppo difficile, ma alcuni truffatori possono essere molto creativi e approfonditi e potrebbero rendere i loro messaggi molto convincenti. Di solito, questi sono i segni a cui devi fare attenzione:

  • Scarsa grammatica
  • Collegamenti abbreviati
  • Allegri ombrosi
  • Nessuna firma
  • Un tono aggressivo e pressante
  • URL non garantiti (inizia con “http” anziché “https”)

I criminali informatici più esperti possono persino hackerare siti Web legittimi e pubblicare annunci pop-up dannosi sulla pagina. Se interagisci con loro, il tuo dispositivo sarà esposto a malware.

Nel complesso, non dovresti mai impegnarti in alcun tentativo di phishing. Ignorali, elimina i messaggi / e-mail e contatta le autorità se necessario. Inoltre, considera l’utilizzo delle estensioni anti-phishing di Stanford.

Abilita plug-in click-to-play + Usa gli script blocker

Gli annunci infetti da malware possono essere piuttosto pericolosi, soprattutto perché alcuni di essi possono infettare il tuo dispositivo anche se non interagisci con essi. È sufficiente che vengano visualizzati su un sito Web e talvolta anche su siti Web legittimi.

Fortunatamente, se attivi plug-in click-to-play, gli script Flash e Java non inizieranno a funzionare se non fai clic sull’annuncio. Ecco come abilitarli sulla maggior parte dei browser.

Per quanto riguarda gli script blocker, si tratta di estensioni del browser che è possibile installare che impediranno l’avvio di qualsiasi script in background senza la tua autorizzazione. Pertanto, se dovessi visitare un sito Web che contiene annunci infetti da malware, non verranno visualizzati a meno che tu non dica al blocco degli script di consentirli attraverso.

I migliori blocchi di script in questo momento sono uMatrix e uBlock Origin. Ti consigliamo di usarli insieme per ottenere i migliori risultati.

Disinstalla programmi obsoleti che non usi

Non importa quanto possa sembrare insignificante il programma. Potrebbe persino essere un editor di immagini meno conosciuto che nessuno usa da anni – finché il programma non riceve più aggiornamenti di sicurezza dai suoi sviluppatori, diventa una minaccia alla sicurezza.

Sebbene ciò non accada troppo spesso, i criminali informatici potrebbero trovare un metodo per sfruttare programmi obsoleti (soprattutto se il sistema operativo è obsoleto) e utilizzarli per infettare ulteriormente il tuo dispositivo o la tua rete con malware.

Quindi, assicurati di disinstallare tutte le applicazioni che non ricevono più supporto, soprattutto se non le usi troppo spesso.

Come sbarazzarsi di malware

Se il tuo dispositivo o computer è infetto da malware, c’è qualcosa che puoi fare per provare a risolvere la situazione:

  • Innanzitutto, assicurati di avere file di installazione del software antivirus / antimalware disponibili su memory stick o CD. Ciò sarà utile nei passaggi successivi se non hai accesso al Web e non hai programmi antivirus / antimalware installati.
  • Quindi, assicurarsi che il computer sia disconnesso da Internet.
  • Ora riavvia il dispositivo e avvialo nella modalità provvisoria del suo sistema operativo.
  • Quando sei in modalità provvisoria, elimina tutti i file temporanei che trovi, il che accelera il passaggio successivo.
  • Al termine, esegui una scansione con il tuo programma antivirus / antimalware.
  • Se la scansione ha avuto esito positivo, è sufficiente controllare il browser e assicurarsi che non ti reindirizzi a un sito Web dannoso. In tal caso, basta modificare le impostazioni di avvio del browser.

Tieni presente che il metodo non è garantito per funzionare il 100% delle volte. Ad esempio, se il tuo sistema è infetto da un rootkit, potresti non essere in grado di eseguire una scansione perché l’hacker chiuderà il programma. In tal caso, è meglio reinstallare il sistema operativo. Se continui a riscontrare problemi, dovresti considerare di portare il tuo dispositivo a un tecnico qualificato.

Se hai a che fare con ransomware, è meglio spegnere il dispositivo, scollegarlo e contattare le autorità. Sebbene tu possa pagare il riscatto, non hai alcuna garanzia che il criminale informatico ti darà accesso ai tuoi dati. Potrebbero effettivamente cancellare tutto o chiedere più soldi. Inoltre, è consigliabile prendere in considerazione il backup di tutti i dati sensibili su una memory stick sicura o un disco rigido esterno. Non ti aiuterà a sbarazzarti del ransomware, ma ti aiuterà a proteggere i tuoi dati in una certa misura.

Una VPN protegge dai malware?

Una VPN può proteggere connessioni e dati online, sì, ma non può impedire al malware di infettare il tuo dispositivo. Perché? Bene, diamo una breve occhiata a come funziona una connessione VPN:

Fondamentalmente, il client e il server VPN crittograferanno il traffico che passa tra di loro per assicurarsi che sia sicuro e privo di sorveglianza. Le richieste di connessione verranno decrittografate e passate dal server al Web e il contenuto richiesto verrà crittografato dal server VPN e decrittografato dal client VPN una volta raggiunto il dispositivo. La crittografia VPN è potente, ma non è configurata per gestire programmi dannosi a livello di software, ma è stata creata solo per garantire che il tuo traffico web non possa essere sfruttato da soggetti malintenzionati

Inoltre, tieni presente che il malware può infettare e danneggiare il tuo dispositivo anche quando sei offline. Per poter eseguire una connessione VPN, è necessario essere connessi a Internet. Quindi, questo è un altro motivo per cui una VPN non può proteggere dal malware. Questo tipo di protezione può essere offerto solo da programmi antivirus / antimalware, come quelli sopra menzionati.

Nonostante ciò, è comunque una buona idea usare una VPN ogni volta che vai online. In effetti, l’utilizzo di una VPN insieme a un programma antivirus / antimalware affidabile è uno dei modi migliori per proteggere la tua privacy e i tuoi dati quando sei su Internet.

È necessaria una VPN da utilizzare insieme al software antivirus / antimalware?

Ti abbiamo coperto – CactusVPN offre l’accesso a un servizio sicuro che protegge tutto il tuo traffico online con crittografia di alto livello di livello militare. Inoltre, forniamo accesso a potenti protocolli VPN come SoftEther e OpenVPN, abbiamo installato un Kill Switch e non memorizziamo alcun registro.

Puoi installare facilmente CactusVPN su tonnellate di piattaforme popolari con le nostre app intuitive.

Soprattutto, puoi provare CactusVPN gratuitamente per 24 ore con la nostra versione di prova. Non è necessario fornire i dettagli della carta di credito e accedere a tutte le funzioni. Inoltre, offriamo anche una garanzia di rimborso di 30 giorni, quindi non avrai nulla di cui preoccuparti una volta diventato un cliente CactusVPN.

Conclusione

Quindi, una VPN protegge dal malware?

Per farla breve: no, non lo è. Una VPN è progettata per proteggere connessioni e dati online, sì, ma il modo in cui funziona non consente di proteggere il sistema da software dannoso. Ovviamente, ciò non significa che non dovresti usare una VPN quando sei online, ma solo che dovresti usarla insieme a programmi antivirus / antimalware.

“Allora, cos’è il malware e come possiamo prevenirlo?”

Il malware è un software dannoso che può essere utilizzato per danneggiare il tuo dispositivo o rubarti informazioni sensibili. È disponibile in molti tipi (spyware, ransomware, adware, virus, keylogger, rootkit, ecc.) E i criminali informatici spesso lo diffondono attraverso attacchi di phishing.

Ecco perché uno dei modi migliori per proteggersi dai malware è di non interagire con nessun messaggio di phishing. Oltre a ciò, dovresti anche utilizzare un software antivirus / antimalware affidabile, abilitare plug-in click-to-play nei tuoi browser, utilizzare gli script blocker e mantenere tutto il tuo sistema aggiornato.

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me