Utilizzo di una VPN su un router |


Sì, è fattibile, anche se non è certamente una passeggiata nel parco. Il processo di installazione può essere un po ‘difficile se non sei estremamente esperto di tecnologia. E saltarlo acquistando un router preconfigurato può essere piuttosto costoso.

Ma prima ancora di arrivare a questo, dovresti prima vedere se farlo è qualcosa che ti trarrebbe davvero beneficio.

Quindi, ecco tutto ciò che devi sapere sui vantaggi e gli svantaggi dell’utilizzo di una VPN su un router (tra le altre cose):

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’utilizzo di una VPN su un router?

Ci sono vari vantaggi e gli svantaggi che dovresti considerare prima di procedere con l’installazione per assicurarti che l’uso di una VPN su un router ti trarrebbe davvero beneficio.

I vantaggi

È possibile utilizzare una VPN su più dispositivi

Mentre la maggior parte delle VPN di solito funziona sulla maggior parte dei dispositivi, quel livello di compatibilità multipiattaforma spesso non è sufficiente al giorno d’oggi. Che cosa succede se desideri utilizzare una VPN su Xbox, PlayStation o Smart TV, ad esempio?

Router 1

Bene, questo è il tipo di cosa che puoi effettivamente fare se imposti una VPN su un router. Fatto ciò, qualsiasi dispositivo che si connette al router sarà in grado di utilizzare le funzionalità della VPN.

Ciò significa che sarai in grado di guardare contenuti con limitazioni geografiche sulla tua smart TV o di accedere a aree di gioco con blocchi geografici sulla tua console.

È necessaria solo una configurazione

Non dovrai più installare o configurare app e client VPN su più dispositivi. È sufficiente configurare una volta la VPN sul router e terminarla. In sostanza, qualsiasi dispositivo che sarà in grado di connettersi al router utilizzerà automaticamente la VPN configurata su di esso.

La VPN sarà sempre attiva

Una volta che una VPN è configurata su un router, detto router si connetterà sempre a Internet attraverso la VPN. Pertanto, non dovrai preoccuparti di dimenticare di attivare la VPN quando vai online e di lasciare scoperti il ​​tuo traffico online e i tuoi dati personali.

Una VPN del router può proteggerti dal bracconaggio WiFi

Se non hai familiarità con il bracconaggio WiFi, pensalo come qualcuno che si collega alla tua rete WiFi e lo utilizza senza la tua autorizzazione. Questo di solito può essere prevenuto con una password complessa, ma – a volte – un hacker diligente potrebbe essere in grado di bypassarlo.

Quando ciò accade, sarebbero in grado di raccogliere alcune informazioni geografiche su di te perché avranno il tuo indirizzo IP.

Ma se hai una VPN operativa sul tuo router, ti godrai un certo grado di anonimato poiché il tuo IP reale verrà sostituito con uno diverso.

Quindi, se la tua rete WiFi viene mai violata in questo modo, l’ospite non invitato non sarà davvero in grado di individuare la tua posizione. Allo stesso modo, se usano il tuo WiFi per scopi nefasti, non verranno ricondotti al tuo IP.

Gli svantaggi

Le velocità di download e connessione potrebbero essere un successo

Quando si utilizza una VPN su un router rispetto a un computer, ad esempio, è probabile che si verifichino connessioni più lente e velocità di download. Succederà quasi sempre se il tuo router ha una CPU debole e se stai utilizzando un protocollo VPN pesante per la crittografia (come OpenVPN, ad esempio).

Purtroppo, anche se utilizzi un protocollo VPN che favorisce la velocità rispetto alla sicurezza (come L2TP), le tue velocità online non saranno ancora al massimo se la CPU del tuo router non funziona bene. Questo è un problema comune con i router D-Link e TP-Link, in realtà.

L’unico modo per aggirare quel problema sarebbe quello di ottenere un router più performante. Tuttavia, ciò può costarti molti soldi. La fascia di prezzo può iniziare ovunque intorno a $ 100- $ 200 e arrivare fino a $ 500 o più.

Non solo, ma più dispositivi hai connesso a un server VPN specifico tramite il tuo router, più lenta sarà la velocità complessiva della connessione Internet.

Potresti non riuscire ad accedere ai contenuti geo-bloccati nel tuo paese

Poiché la configurazione di una VPN su un router significa che sarà sempre attiva, il tuo indirizzo IP sarà sempre impostato su un Paese specifico ogni volta che accedi al Web tramite il router.

Quindi, se vivi negli Stati Uniti e hai impostato il router per la connessione a un server VPN nel Regno Unito, probabilmente non sarai in grado di accedere a contenuti statunitensi con restrizioni geografiche, come Netflix US o Hulu, ad esempio . Questo perché avrai costantemente un indirizzo IP nel Regno Unito quando vai online.

Netflix Remote

Per evitare ciò, dovrai cambiare manualmente il server VPN nel firmware del router. Se si utilizza il firmware del router Tomato, tuttavia, questo non sarà un problema poiché si configurano 2 server VPN e si passa da uno all’altro facilmente.

Configurare una VPN su un router può essere difficile

Sfortunatamente, non è così semplice come eseguire una procedura di configurazione, fare clic su “Fine” e navigare nel Web a piacere.

Invece, dovrai normalmente accedere all’indirizzo gateway predefinito del router, modificare la connessione di rete e persino scaricare e modificare i file di configurazione, solo per citarne alcuni passaggi. Se non hai esperienza con cose come questa, può sembrare scoraggiante.

Fortunatamente, la maggior parte dei provider VPN offre tutorial passo-passo che mostrano come impostare una VPN su un router. Qui a CactusVPN abbiamo anche i nostri tutorial di facile comprensione nel caso in cui tu sia interessato.

Non tutti i router offrono supporto VPN

Alcuni router non sono in grado di supportare la funzionalità VPN, soprattutto perché il firmware non lo consente. Inoltre, anche se un router ha il supporto VPN, ciò non significa necessariamente che supporti tutti i protocolli VPN.

Ad esempio, i router Tenda supportano solo i protocolli PPTP e LT2P. Sebbene possano offrire una velocità decente, questi protocolli possono essere facilmente bloccati, a volte possono lottare con i firewall e offrire a malapena alcuna protezione. LT2P, infatti, non ha crittografia da sola.

I sistemi operativi del router non sono sempre sicuri

Questo è il tipo di problema che nemmeno una VPN può risolvere. Fondamentalmente, se il produttore del tuo router non rilascia aggiornamenti regolari del sistema operativo per il modello di router che possiedi, il sistema operativo diventa vulnerabile agli attacchi degli hacker.

A volte, un semplice bug del sistema operativo o una configurazione errata del firmware potrebbero essere sufficienti per consentire a qualcun altro l’accesso remoto al router.

La crittografia VPN su un router non è così sicura

Rispetto all’utilizzo di una VPN su un dispositivo o computer, l’utilizzo di una VPN su un router significa sopportare una forma più debole di crittografia VPN.

Questo perché la crittografia VPN passerà al router, e basta. Da quel momento in poi, tutti i tuoi dispositivi sulla rete locale non saranno protetti.

Come è possibile impostare una VPN su un router?

Ecco alcuni dei passaggi generali che è necessario seguire per configurare una VPN su un router. Se stai cercando qualcosa di più specifico, ricorda che abbiamo già tutorial passo-passo su come configurare CactusVPN su più router.

1. Flash il tuo router (opzionale)

Tieni presente che devi seguire questo passaggio solo se il firmware del tuo router non offre supporto VPN. Se lo fa, puoi andare avanti e saltarlo.

In sostanza, il lampeggio significa che sostituirai il firmware fornito dal tuo router con uno nuovo e più migliorato. Di solito, se un router non esegue il firmware DD-WRT o Tomato, la maggior parte delle persone decide di eseguire il flashing.

Configurare una VPN su un router

Naturalmente, prima di farlo, dovresti assicurarti che il tuo router sia compatibile con il firmware DD-WRT o Tomato. Puoi scoprirlo facilmente consultando l’elenco dei dispositivi supportati di DD-WRT e l’elenco dei router supportati di Tomato.

Se il tuo dispositivo non è compatibile, dovrai procurarti un router supportato o acquistare direttamente un router flash. Quest’ultima opzione dovrebbe essere presa in considerazione solo se non pensi di avere il know-how tecnico per configurare una VPN su un router, poiché i router flash sono piuttosto costosi.

Ora, sul processo stesso. Ecco cosa dovresti fare:

  1. Scarica i rispettivi file di installazione DD-WRT / Tomato per il tuo router.
  2. Quindi, eseguire un hard reset. Normalmente, puoi farlo tenendo premuto il pulsante Reset per 10 secondi.
  3. Una volta avviato il router, accedi alla sua pagina di amministrazione. Controlla il manuale del router per vedere quale indirizzo devi inserire per accedere alla pagina e quali credenziali predefinite devi inserire per accedere.
  4. Nel pannello di amministrazione (normalmente a sinistra), dovresti vedere un’opzione intitolata “Aggiorna / carica firmware” o varianti simili. Cliccaci sopra.
  5. Quando ti viene chiesto di caricare un file di installazione, seleziona il file di installazione DD-WRT / Tomato che hai scaricato.
  6. Durante l’installazione, assicurati di non fare nulla al router, al computer o alla connessione Internet.
  7. Quando ricevi una notifica di conferma dell’installazione del firmware, attendi circa 5 minuti, quindi premi “Continua”.
  8. Fai un altro hard reset del router, quindi accedi alla pagina di amministrazione.

Questi dovrebbero essere i passaggi generali da eseguire per eseguire il flashing di un router. Se desideri uno sguardo più approfondito ai passaggi, consulta la guida all’installazione di DD-WRT e la guida all’installazione di Tomato.

2. Scegli un servizio VPN

Avrai bisogno di un nome utente VPN e una password dell’account per configurare completamente una VPN su un router.

Hai bisogno di una VPN affidabile?

Ti abbiamo coperto – CactusVPN offre una VPN di fascia alta che offre crittografia di livello militare, supporto 24/7, un Kill Switch, oltre 28 server ad alta velocità con larghezza di banda illimitata e fino a sei protocolli VPN tra cui scegliere. Inoltre, non registriamo i tuoi dati e il nostro servizio funziona su più piattaforme.

E se mai vuoi provare altri modi per sbloccare i siti Web, offriamo anche un servizio DNS intelligente che sblocca più di 300 siti Web per te. Quello e tutti i nostri server VPN si raddoppiano come server proxy.

3. Decidi un protocollo VPN

A seconda del tipo di router, avrai la possibilità di scegliere tra più protocolli VPN. In generale, le opzioni includeranno OpenVPN, PPTP e L2TP. OpenVPN è il più sicuro, ma è anche il protocollo che ha maggiori probabilità di rallentare la connessione e la velocità di download a causa della sua crittografia.

PPTP e L2TP sono generalmente più veloci, ma offrono anche scarsa sicurezza. In effetti, L2TP non offre alcuna crittografia da sola (motivo per cui di solito è associato a IPsec).

4. Scegliere tra TCP e UDP

TCP (Transmission Control Protocol) e UDP (User Datagram Protocol) sono protocolli di livello di trasporto che vengono utilizzati per facilitare lo scambio di dati tra un host e l’altro.

Di solito, sarai in grado di collegarti a un server VPN scegliendo uno di questi protocolli. Quello che dovresti sapere su entrambi è che TCP è generalmente usato per la navigazione online standard e che UDP è usato principalmente per streaming e giochi online.

5. Configurare la VPN sul router

Ora che tutte queste informazioni sono state ordinate, puoi passare all’impostazione della VPN sulla tua rete di router. Raccomandiamo personalmente di utilizzare le nostre esercitazioni esistenti come guida, in quanto disponiamo di una guida dettagliata per diversi router.

Nel caso in cui desideri una panoramica di come funziona il processo di configurazione in generale, ecco le solite cose che devi fare:

  1. Aggiorna le impostazioni DNS e DHCP del router per assicurarti che corrispondano alle impostazioni fornite dal provider VPN.
  2. Seleziona un indirizzo IP del server VPN.
  3. Scegli un protocollo tunnel (TCP o UDP)
  4. Scegli un tipo di crittografia.
  5. Digita il nome utente e la password VPN.

Router VPN pronti all’uso

Alcuni provider di VPN e router si sono uniti per offrire agli utenti router abilitati per VPN che vengono configurati direttamente e pronti per essere utilizzati.

Tuttavia, presentano un grosso svantaggio: la ripida fascia di prezzo. Molti router abilitati per VPN partono da circa $ 200 e arrivano a (e talvolta oltre) $ 500 – per non parlare del fatto che devi anche pagare la quota di abbonamento VPN.

Come è possibile abilitare / utilizzare / disabilitare una VPN su un router?

Una VPN viene automaticamente abilitata sul router una volta configurata correttamente. Non è necessario abilitarlo ogni volta che si desidera connettersi al Web.

Abilita / Usa / Disabilita una VPN su un router

Tuttavia, vale la pena ricordare che la maggior parte del firmware dovrebbe offrire un’opzione Abilita per il client VPN.

Per quanto riguarda come puoi usare una VPN su un router, puoi sostanzialmente:

  • Sblocca il contenuto con restrizioni geografiche
  • Proteggi le tue connessioni online (fino a un certo punto)
  • Usa le funzionalità VPN su più dispositivi

Per quanto riguarda come disabilitare una VPN su un router, devi semplicemente fermare il client VPN nel firmware del router. DD-WRT, ad esempio, normalmente ha un’opzione Disabilita / Abilita accanto alla funzione VPN.

Nel caso in cui il tuo router abbia il supporto per la configurazione del doppio router, puoi semplicemente connetterti al router non VPN.

Come passare da un server VPN all’altro?

In genere, è necessario cambiare manualmente le posizioni dei server nel firmware del router digitando un nuovo indirizzo del server VPN.

Su DD-WRT, ad esempio, puoi farlo accedendo alle impostazioni del tuo router e modificando il server e le impostazioni di accesso.

Vale la pena notare che un router TomatoUSB ti consente di salvare 2 opzioni del server, in modo da poter passare da una all’altra a tuo piacimento.

Ci sono problemi noti con l’utilizzo di una VPN su un router?

In questo caso i problemi tecnici possono variare e alcuni potrebbero persino essere specifici di un determinato tipo di router o marchio VPN.

Nel complesso, questi sono alcuni dei problemi più comuni che potresti riscontrare:

  • Problemi durante la creazione di un tunnel VPN – Il filtro pacchetti IP eseguito su un router può causare problemi quando si tenta di stabilire un tunnel tra il client e il server.
  • Il problema del doppio NAT – Se disponi di router diversi per più dispositivi o un router aggiuntivo collegato al router emesso dall’ISP, può causare problemi di connessione se la modalità Bridge non è abilitata.
  • Il problema No VPN Passthrough – Se il router non supporta VPN Passthrough o la funzione non è attiva, può causare problemi di connessione al server VPN e al client VPN.
  • Perdite DNS – Fortunatamente, questo può essere generalmente evitato disattivando IPv6 nelle impostazioni del firmware del router.

Quale router funziona meglio con una VPN?

Il firmware del router più adatto alle VPN là fuori include Tomato e DD-WRT. Pertanto, un router compatibile con Tomato e DD-WRT sarebbe adatto. DD-WRT è un firmware basato su Linux in grado di migliorare le funzionalità dei router wireless e Tomato è un firmware open source in grado di supportare fino a 2 server VPN e 2 client VPN.

Ecco un elenco di router supportati da DD-WRT e un elenco di router supportati da Tomato. Nel caso in cui il tuo router non sia supportato e desideri ottenerne uno, ecco alcune specifiche da tenere a mente per semplificare la scelta di un router:

  • Se si desidera utilizzare il protocollo OpenVPN, si consiglia di scegliere un router con una CPU con meno core. Perché? Poiché OpenVPN è a thread singolo, il che significa che non può essere suddiviso su più core della CPU. Pertanto, è probabile che una CPU dual-core funzioni meglio di una CPU quad-core se si utilizza OpenVPN.
  • Se stai pensando di utilizzare la crittografia VPN, potresti essere interessato a un router con una CPU che supporta AES-NI. Questa è fondamentalmente un’istruzione che offre supporto per l’accelerazione della velocità di crittografia VPN.
  • Se sei interessato allo streaming e al torrenting, e vuoi goderti la larghezza di banda elevata senza problemi, dovresti guardare in un router con una CPU di almeno 800 Mhz. Tuttavia, maggiore è il Mhz, migliore è la qualità.

Cosa sono i router abilitati DD-WRT?

I router abilitati DD-WRT sono router preconfigurati con il firmware DD-WRT. Pertanto, non è necessario eseguire il flashing del router per installare DD-WRT su di essi. Sono un po ‘costosi, però, poiché la maggior parte dei prezzi parte da oltre $ 200. I router Buffalo DD-WRT abilitati sono più efficienti in termini di costi (a partire da $ 50), ma non sono altrettanto performanti.

Quale router funziona meglio con una VPN

I router abilitati per Tomato sono la stessa cosa, tranne per il fatto che sono caricati con il firmware Tomato.

Cosa sono i router abilitati per VPN?

I router abilitati per VPN sono router preconfigurati che possono supportare OpenVPN in modo nativo. ASUS sembra offrire la più ampia selezione di router abilitati per VPN, con il suo firmware che supporta OpenVPN, PPTP e L2TP.

Concludendo: ne vale la pena?

Bene, dipende dalle tue esigenze. Ad esempio, se possiedi molti dispositivi mobili e intelligenti e vuoi davvero guardare contenuti geo-bloccati su tutti loro, configurare una VPN su un router sarebbe una buona idea.

Dovresti anche considerare di farlo se vuoi godere di maggiore privacy online su più dispositivi e se devi sostituire il tuo router (nel caso in cui non offra supporto VPN) con uno compatibile non è un problema.

Tuttavia, se usi solo un computer e un dispositivo mobile, avere un router VPN potrebbe non valere davvero la pena. Lo stesso vale per quelli di voi che potrebbero dover sostituire il router, ma con un budget limitato.

Inoltre, se la velocità di connessione e download è davvero importante per te, potrebbe non essere una buona idea preoccuparti di questo se il tuo router non ha una CPU con almeno 800 Mhz (o più, preferibilmente) o se non puoi permettersi di passare a un router più performante.

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me