Five Eyes Explained (FVEY) – Il Grande Fratello ti sta guardando

i cinque occhi


Mentre i Five Eyes possono sembrare un’organizzazione criminale appena uscita da un film di James Bond, questa non è una finzione. La condivisione segreta di dati e tecnologia tra Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda e Regno Unito ha creato quella che è senza dubbio l’operazione di sorveglianza pubblica online più sofisticata della storia. In altre parole, se sei stato su Internet, ci sono buone probabilità che i Five Eyes lo sappiano.

Gli utenti Internet più regolari sanno che VPN sta per reti private virtuali che consentono la navigazione anonima. Ciò, tuttavia, tende a riguardare la conoscenza. I Five Eyes sono MOLTO interessati alle VPN perché l’anonimato fornito dalla tecnologia rende più difficile per loro fare il loro “lavoro” di spionaggio.

VPN vs Five Eyes

Le preoccupazioni relative alle leggi sulla privacy, alla riservatezza e persino alla legalità dell’accesso ad alcuni contenuti hanno originariamente dato origine alle VPN. Questo perché l’installazione di una VPN ti consente di superare i blocchi geografici e utilizzare i siti Web che dovrebbero essere bloccati nel tuo paese.

Ad esempio, Netflix blocca la maggior parte dei suoi contenuti statunitensi in altri paesi stranieri. Allo stesso modo, le persone negli Stati Uniti potrebbero non essere in grado di accedere a programmi TV e film proiettati in Sud America. Le VPN creano una scappatoia attorno a questo tipo di restrizione e consentono agli utenti di raggiungere siti Web bloccati.

Dovrebbe essere ovvio il motivo per cui l’alleanza di sorveglianza Five Eyes non è un grande fan delle VPN. Vogliono sapere che l’attività online viene monitorata. Le VPN rendono più difficile farlo.

i cinque occhi

Se sembra che questa organizzazione non sia altro che una banda di spie in cerca di attività discutibili senza una causa molto probabile su cui fare affidamento, avresti ragione. Poiché tutti e cinque sono paesi di lingua inglese, condividere le informazioni che trovano è sempre così facile.

Storia

Il concetto alla base dei Five Eyes è in circolazione da un po ‘di tempo. In effetti, l’accordo di sorveglianza e la condivisione dei dati che formano la base di questo moderno accordo sono stati stabiliti molti anni fa come l’accordo UK-USA che è stato creato nel 1943 durante la seconda guerra mondiale.

NSA Alleanza NATO

Dopo la fine della guerra fredda, ad altri paesi è stata offerta l’adesione all’alleanza, principalmente a seguito degli sforzi per affrontare la crescente minaccia del terrorismo internazionale.

Man mano che l’elenco dei partecipanti a Five Eyes è cresciuto, è aumentata anche l’estensione del monitoraggio globale online. Per un assaggio degli estremi a cui questi paesi vanno per monitorare gli utenti, dai un’occhiata a questo racconto dell’esposizione di Edward Snowden nel 2013.

Man mano che il lavoro dei cinque paesi è diventato più sofisticato, i finanziamenti hanno continuato ad aumentare e la richiesta è stata sempre maggiore di includere più agenzie di sicurezza e di intelligence. Sono coinvolti alcuni degli acronimi più potenti del mondo, come l’FBI, la CIA, l’NSA, l’MI6, l’ASIS, la NZSIS, l’AGO, la GCSB e molti altri.

Mentre le attività dell’organizzazione sono offerte come necessarie per l’applicazione della legge, non è difficile immaginare scopi più sinistri per i Cinque Occhi, specialmente mentre si occupano di eludere le leggi sulla protezione della privacy. Nel caso in cui i lettori abbiano dimenticato, è contro la legge per il governo degli Stati Uniti spiare i propri cittadini.

Grazie ai Five Eyes, è facile chiedere a uno degli altri quattro paesi di farlo per loro.

I cinque occhi è solo l’inizio

Sebbene l’accordo tra i cinque paesi possa essere sufficiente a mettere paura in coloro che vogliono proteggere la loro privacy, non è qui che finisce il monitoraggio. In effetti, ci sono altre due alleanze che aumentano il numero di occhi in quanto il numero di paesi coinvolti è maggiore. Ma prima, il Giappone è destinato a diventare il sesto membro dei Five Eyes?

The Five Eyes Plus One: Japan in the House

I Five Eyes stanno attualmente valutando l’ammissione ufficiale di un sesto membro al club di spionaggio più esclusivo al mondo: il Giappone. Non è un passo così radicale se si considera che l’alleanza ha potuto contare sulla cooperazione giapponese risalente alla Guerra Fredda. Grazie alla sua vicinanza geografica, il Giappone ha contribuito molto alla raccolta di informazioni nella Cina continentale, nel Mar Cinese Meridionale e nella Corea del Nord. L’appartenenza formale ai Five Eyes metterebbe semplicemente i nomi sulla linea tratteggiata per eseguire il backup di quella che è già una realtà scarpata per terra.

Come procedono i Five Eyes nel processo di aggiunta dei membri? È passato un po ‘di tempo da quando l’hanno fatto, ma un capo di stato deve semplicemente nominare. L’accettazione o il rifiuto si basa su un semplice voto. Con tutti i paesi Five Eyes che hanno ricevuto la cooperazione di intelligence giapponese negli ultimi anni, la maggior parte degli esperti ritiene che la decisione sia un fatto compiuto. Cerchiamo di essere i primi a dire “Benvenuti!” al sesto occhio.

Nove occhi

Con Danimarca, Francia, Paesi Bassi e Norvegia, l’unione originale tra i suddetti cinque paesi si espande alla cosiddetta alleanza di sorveglianza “Nine Eyes”. A differenza della creatività non ispirata del suo nome, questa organizzazione possiede abilità da capogiro che sono aumentate solo con l’aggiunta di nuovi paesi.

Quattordici occhi

Alla fine, l’aggiunta di Germania, Belgio, Italia, Svezia e Spagna ha contribuito a creare la forma finale (per ora) di questa alleanza. Con un totale di 14 paesi, il nome di questa iterazione dell’alleanza si chiama “Quattordici occhi”.

14-Eyes

Perché gli utenti dovrebbero preoccuparsene?

Sebbene il monitoraggio senza supervisione che si verifica in questi cinque paesi sia difficile da comprendere appieno, perché un utente medio dovrebbe preoccuparsi? Se si considera che un gran numero di tutte le VPN nel mondo si trovano in uno dei suddetti cinque paesi e soggetti a tali leggi giurisdizionali, non sarebbe una sorpresa vedere la pratica di utilizzare una VPN sotto attacco.

La linea di fondo è che se si utilizza una VPN per rimanere anonimi, ciò potrebbe diventare problematico in un paese a cinque occhi. A quel punto, la privacy sarà fuori dalla finestra e il motivo principale per cui una VPN sarà resa inutile.

Protezione dall’Alleanza

In realtà, il modo più semplice per impedire ai governi di tutto il mondo di spiare i tuoi dati è utilizzare una VPN situata in un altro paese. Ad esempio, la Cina non è nell’elenco delle alleanze in cui il monitoraggio dei dati è considerato normale.

censura online per paese

Pertanto, avere una VPN con base in Cina renderà impossibile a questi gruppi raggiungere la cronologia di navigazione di uno. Cioè, ovviamente, se la Cina non si unisse al gruppo o se lavorasse segretamente con loro.

L’altra alternativa, che è ancora più semplice ed economica, è semplicemente fare affidamento sulla crittografia del sito Web. Ciò può essere ottenuto consentendo al sito Web di impegnarsi in una navigazione sicura. Per confermare che è davvero sicuro, si dovrebbe semplicemente cercare un “https: //” verde situato sul lato destro dell’URL effettivo del sito Web. Se è presente, il contenuto e qualsiasi interazione tra l’utente e il sito Web sono crittografati.

È fondamentale capire che non esiste assolutamente alcun modo per impedire completamente alle persone di accedere ai propri dati o alla cronologia di navigazione. Questo perché è letteralmente impossibile creare un sistema che funzioni correttamente il 100 percento delle volte senza errori. Scusa, questa è solo la realtà della vita.

In effetti, un hacker con abbastanza tempo, denaro e conoscenza potrebbe teoricamente irrompere anche nel decantato data center del Pentagono. Il problema, tuttavia, è che la maggior parte degli hacker non possiede la combinazione corretta di questi tre input. Quando un utente crittografa i propri dati, disincentiva gli hacker o i governi che monitorano l’attività online dal tentativo di entrare perché il tempo richiesto crea un punto di avvicinamento rapido dei rendimenti ridotti.

Infine, gli utenti potrebbero anche micro-gestire tutte le loro attività e file online cercando app e provider che garantiscano la privacy. Questi includono organizzazioni come SpiderOak, Truecrypt, DuckDuckGo, chat OTR e uno qualsiasi di un elenco di strumenti open source che mettono la privacy al primo posto.

Se stai cercando migliori motivi di protezione online, consulta il nostro elenco di raccomandazioni delle VPN canadesi.

Ultimo aggiornamento il 19 aprile 2020

Ciao, sono Ludovic. Ho creato questo sito come risorsa di consumo per aiutare gli altri canadesi a comprendere meglio il mondo in evoluzione della sicurezza informatica. Prima di creare questa risorsa ho riscontrato due problemi fondamentali con l’industria della privacy dei consumatori B2B. Innanzitutto, l’istruzione: la maggior parte delle persone non comprende l’importanza dei propri dati. In secondo luogo, pratiche di marketing nefaste – esiste una vasta gamma di soluzioni di sicurezza autoproclamate che non fanno altro che mediare i dati degli utenti senza consenso.

1 Commento

  1. Joaquin Kooser

    Joaquin Kooser
    il 23 ottobre 2019 alle 21:18

    Ho sentito qualcosa di interessante, ha detto Bernie Sanders. Immagino abbia promesso di porre fine al procedimento contro gli informatori ai sensi dell’atto di spionaggio. Questa è una grande notizia per Edward Snowden, non è vero? Cioè se in realtà accade ovviamente …

    rispondere

Invia un commento Annulla risposta

L’indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *

Commento

Nome *

E-mail *

Sito web

Kim Martin
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me