Neutralità netta in Canada

La neutralità della rete è uno dei paesaggi più critici combattuti negli ambienti politici di tutto il mondo. Ha il potenziale per influenzare il commercio, la privacy e le comunicazioni attraverso molti degli strumenti e dei percorsi digitali che utilizziamo ogni giorno.logo di neutralità della rete


Ma forse perché la neutralità della rete è così importante, ogni paese ha un approccio diverso alla questione e, a quanto pare, sta arrivando a conclusioni diverse, sebbene queste siano sempre in evoluzione.

Questa guida è un hub per le risorse sulla neutralità della rete e su come influenza il Canada. Di seguito troverai un storia di neutralità della rete e suoi sviluppi all’interno del Canada così come diverse notizie recenti e risorse governative e ufficiali che è possibile utilizzare per comprendere meglio i movimenti discussi.

Il panorama economico e normativo di Internet in Canada

Per comprendere appieno la neutralità della rete e tutte le sue implicazioni, effetti e conseguenze, dobbiamo prima esaminare il ruolo di Internet e delle telecomunicazioni nel loro insieme in Canada e nel mondo.

domanda neutralità della rete

Internet è qualcosa che non ha bisogno di essere spiegato apertamente; sappiamo già di cosa si tratta e cosa fornisce. Ma pochissime persone sanno da dove proviene Internet e come fornisce i suoi numerosi servizi e prodotti a case e aziende in Canada e oltre.

Internet è fornito principalmente alla stragrande maggioranza dei consumatori attraverso gli sforzi dei fornitori di servizi Internet o degli ISP. Fornitori di servizi Internet, noti anche come vettori comuni di telecomunicazioni, sono le persone – sebbene il più delle volte società e organizzazioni – che possiedono e / o gestiscono strutture di trasmissione e infrastrutture associate necessarie per la trasmissione delle telecomunicazioni.

Allo stesso modo, le telecomunicazioni sono un termine catchall che si riferisce all’emissione, alla ricezione o alla trasmissione di dati o informazioni via radio, filo, cavo o qualsiasi altro sistema elettromagnetico. Internet, ovviamente, è classificato come una forma di telecomunicazioni.

Internet è, quindi, fornito dagli ISP, che non sono mai individui e sono invece grandi aziende che noleggiano l’accesso a Internet utilizzando la propria infrastruttura, che può variare dai cavi necessari per connettere una casa a Internet al satellite stesso. Naturalmente, ciò conferisce agli ISP un’enorme quantità di potere economico, specialmente nell’era moderna.

La Camera dei Comuni del Canada ha affermato che le telecomunicazioni svolgono attualmente un ruolo essenziale nel modo in cui opera il Canada e come vengono mantenute la sua identità e sovranità.

Camera dei Comuni del CanadaIn altre parole, Internet è essenziale non solo per le comunicazioni commerciali o interpersonali quotidiane, ma anche per le questioni di sicurezza nazionale. È un servizio per il bene pubblico allo stesso livello dell’accesso all’acqua o della distribuzione di energia. Non è solo un lusso.

Inoltre, la Camera dei Comuni ha dettato nel Legge sulle telecomunicazioni quel canadese le politiche delle telecomunicazioni devono concentrarsi sui seguenti obiettivi:

  • La facilitazione dello sviluppo ordinato attraverso il Canada ha un sistema di telecomunicazione affidabile per rafforzare gli aspetti economici e sociali del paese
  • Fornire servizi di telecomunicazione coerenti e convenienti accessibili ai canadesi in tutte le sue regioni e nelle aree urbane e rurali
  • Miglioramento dell’efficienza e della competitività delle telecomunicazioni canadesi rispetto ai livelli internazionale e nazionale
  • Promozione del controllo e della proprietà degli ISP canadesi o dei vettori da parte di cittadini canadesi
  • Promozione dell’uso delle strutture di trasmissione canadesi per le telecomunicazioni all’interno del Paese e tra il Canada e i punti esterni
  • Promuovere una maggiore dipendenza dalle telecomunicazioni e dalle forze di mercato associate, nonché un’adeguata regolamentazione per garantire che tale mercato sia equo sia per i consumatori che per i fornitori di servizi di trasporto
  • Stimolazione della ricerca e dello sviluppo delle telecomunicazioni in Canada per incoraggiare nuovi pazienti di telecomunicazioni
  • Reattività ai requisiti sociali ed economici per gli utenti di detti servizi di telecomunicazione
  • Contributo e aumento della protezione della privacy degli utenti

Pertanto, i fornitori di telecomunicazioni canadesi devono tenere a mente tutti questi obiettivi di cui sopra. Ma quando gli ISP hanno una così grande quantità di potere, non seguono sempre queste regole alla lettera.

Cosa è minacciato senza neutralità della rete?

Lo scopo principale di qualsiasi azienda (in questo caso, un ISP o un fornitore di telecomunicazioni) è fare soldi. Uno dei modi principali per fare soldi è acquisire risorse che un consumatore desidera e, per fare ancora più profitto, rendere tali risorse esclusive per una singola azienda. Questa è una dimostrazione basilare di monopolizzazione.

la neutralità della rete è libertà di parola

Gli ISP, negli ultimi anni, hanno tentato di modificare il mercato di Internet modificando il trattamento di diversi tipi di traffico Internet al fine di influenzare i prezzi e l’utilizzo dei consumatori.

Pensa a Internet come proveniente da un ISP attraverso una serie di tubi. Diversi tipi di traffico Internet passano attraverso diversi tubi a casa tua. Un tubo potrebbe essere per i download di file multimediali, un altro potrebbe essere solo per Google e un terzo potrebbe essere per le ricerche su Internet generiche. Normalmente, Il traffico Internet è trattato in modo neutrale da un ISP. Tutto il traffico arriva attraverso tutti e tre i tubi alla stessa velocità / velocità.

Ma gli ISP, se volessero fare più soldi, potrebbero limitare artificialmente una delle valvole – diciamo, i media – e richiedere a un utente di pagare di più se desideravano velocità di download di Internet adeguate per i loro programmi multimediali preferiti. In questo modo, tecnicamente continuerebbero a fornire Internet a tutti gli utenti allo stesso prezzo di altri provider, ma offrirebbero “vantaggi” o “migliori velocità di download” rispetto a prima, mentre fanno pagare di più per quei privilegi.

Naturalmente, questo è un enorme passo indietro per tutti i cittadini che finora hanno goduto di pari velocità di download su tutti i tipi di traffico.

Cos’è la neutralità della rete?

La neutralità della rete, definita dalla Canadian Radio-Television and Telecommunications Commission, è il “concetto secondo cui tutto il traffico su Internet dovrebbe ricevere parità di trattamento da parte dei fornitori di servizi Internet con poca o nessuna manipolazione, interferenza, priorità, discriminazione o preferenza”. In parole povere, la neutralità della rete significa che gli ISP non possono addebitarti diverse somme di denaro o fornire Internet a tariffe diverse in base al tipo di traffico che scegli di utilizzare.

illustrazione del contenuto bloccato

Tuttavia, la suddetta definizione di neutralità della rete non è contenuta in Legge sulle telecomunicazioni, ecco perché c’è stata una battaglia legislativa così elaborata sui diritti degli utenti delle telecomunicazioni e degli ISP.

La battaglia della neutralità della rete

Il CRTC ha istituito politiche di regolamentazione delle telecomunicazioni per determinare se Legge sulle telecomunicazioni doveva essere aggiornato per proteggere la neutralità della rete o se la neutralità della rete era già tecnicamente confermata. Quest’ultima decisione consentirebbe, in teoria, agli ISP di continuare a modificare il flusso di traffico verso i propri utenti in una mossa per fare più soldi.

Sono state prese tre decisioni:

  • La prima decisione del CRTC ha descritto che il Legge sulle telecomunicazioni richiede chiaramente un ISP per aumentare la sua capacità di rete il più ragionevolmente possibile quando gli utenti subiscono una congestione del traffico. Questa congestione può essere fuori dal controllo dell’ISP o a causa delle loro azioni.
  • La seconda decisione riguardava il CRTC che imponeva ai fornitori di servizi wireless mobili di smettere di offrire ai propri servizi di televisione mobile “un vantaggio sleale sul mercato” contando tali servizi a un prezzo inferiore sull’indennità di dati di un utente. Ciò ha essenzialmente richiesto ai fornitori di servizi wireless mobili di smettere di discriminare il contenuto consumato dagli utenti.
  • La terza decisione del CRTC ha ribadito la decisione presa nell’aprile 2017 secondo cui gli ISP dovrebbero trattare equamente tutti i dati che fluiscono attraverso le loro reti. Altrimenti, secondo il CRTC, i fornitori di servizi Internet stanno influenzando le scelte dei consumatori e limitando l’accesso ai contenuti su Internet. Questo è contro i regolamenti delineati nel Legge sulle telecomunicazioni.

Nel complesso, è stato stabilito che il concetto di neutralità della rete era importante ma che era attualmente adeguatamente protetto dal quadro esistente fornito da Legge sulle telecomunicazioni. Pertanto, l’accesso a Internet, come fornito dagli ISP, segue – almeno sulla carta – le norme sopra descritte. Non è legale per gli ISP discriminare in base al traffico o qualsiasi altra metrica quando si fornisce l’accesso a Internet ai consumatori.

protesta neutralità della rete

Tuttavia, la protezione della neutralità della rete in Canada si basa sul fatto che il CRTC interpreti le attuali disposizioni di legge nel Legge sulle telecomunicazioni allo stesso modo in futuro. Man mano che emergono nuovi casi dagli ISP e dagli utenti, sorgeranno continuamente nuove opportunità per diverse interpretazioni delle disposizioni.

Neutralità netta come legge

Ciò ha portato a una spinta ad aggiungere ufficialmente la neutralità della rete come propria disposizione o concetto nel Legge sulle telecomunicazioni. Si ritiene che ciò renderà molto più difficile il ribaltamento della neutralità della rete come concetto e renderà impossibile agli ISP trovare scappatoie nelle precedenti sentenze.

Presidente della ricerca canadese in Internet e legge sul commercio elettronico Michael Geist

A partire dal 6 dicembre 2017, il presidente della ricerca canadese in Internet e la legge sull’e-commerce, Michael Geist, ha spiegato la convinzione attualmente ritenuta che quella neutralità come possibilità di essere sancita dalla legislazione, ma che le attuali priorità siano maggiormente incentrate sul miglioramento dell’applicazione delle disposizioni esistenti in il Telecomunicazioni atto.

Il direttore esecutivo delle telecomunicazioni, Christopher Seidl, ha anche ribadito che l’applicazione e la protezione della neutralità della rete rimangono una priorità assoluta per la CRTC. Attualmente crede anche che i concetti e lo spirito della neutralità della rete siano adeguatamente protetti dalle disposizioni della Tlegge sulle telecomunicazioni e desidera applicare le disposizioni esistenti in modo più rigoroso.

Inoltre, Seidl attualmente ritiene che le disposizioni statutarie, che sono necessariamente formulate in termini generali per consentire l’affidabilità a lungo termine, hanno già dimostrato di essere abbastanza buone. Egli avverte che sancire la neutralità della rete in modo più coraggioso può causare accidentalmente una mancanza di flessibilità in casi o preoccupazioni futuri.

In sostanza, l’attuale tono legislativo in Canada in merito alla neutralità della rete è che è importante e deve essere applicato ma è già adeguatamente protetto. Mentre una spinta significativa rimane per rendere la neutralità della rete una legge esplicita o una disposizione statutaria nell’esistente atto, questa non è attualmente una priorità per i dirigenti responsabili del CRTC in questo momento.

A partire da questo momento, il Comitato permanente per l’accesso alle informazioni, alla privacy e all’etica ha raccomandato che “il governo di considerare la possibilità di considerare il principio di neutralità della rete nella Legge sulle telecomunicazioni“Al fine di prevenire qualsiasi erosione dei principi di neutralità della rete.

In che modo la neutralità della rete differisce tra Stati Uniti e Canada?

Nonostante la loro vicinanza geografica, gli Stati Uniti e il Canada differiscono notevolmente sulle loro interpretazioni e approcci attuali al concetto di neutralità della rete.

mai rinunciare alla protesta contro la neutralità della rete

Gli Stati Uniti’ le leggi e i regolamenti in materia di comunicazione sono entrambi implementati e applicati dalla FCC, o la Federal Communications Commission. Questa è un’agenzia governativa indipendente il cui presidente, Ajit Pai, ha pubblicato una “Proposta per ripristinare la libertà di Internet”.

Questa proposta, votata a dicembre 2017 dalla SEC, ha richiesto al governo di abbandonare i quadri normativi attuati nel 2015 per tornare agli standard precedenti.

Prima del 2015, Internet negli Stati Uniti era regolamentato come un servizio di informazione, che richiedeva un approccio meno rigoroso alla discriminazione dell’ISP e alla fornitura di Internet. In altre parole, era molto più legale e più facile per gli ISP discriminare in base al traffico e addebitare prezzi diversi per i diversi tipi di utilizzo del web da parte dei propri consumatori. Ciò è cambiato durante l’amministrazione Obama quando il governo degli Stati Uniti ha spostato i servizi Internet in una categoria diversa nella loro più ampia Legge sulle comunicazioni.

Internet è stato classificato come un servizio di telecomunicazione piuttosto che un servizio di informazione, il che ha richiesto che fosse regolamentato con standard più rigorosi. Questo regolamento era molto più in linea con il regolamento attualmente goduto dai cittadini del Canada grazie alle interpretazioni del Legge sulle telecomunicazioni descritto sopra.

Tuttavia, la FCC ha adottato la proposta del sig. Pai nel 2017. Ciò ripristina Internet in America a un servizio di informazione classificato dal Legge sulle comunicazioni. Ciò ha consentito a Internet una regolamentazione più leggera e ha aperto strade per un potenziale sfruttamento da parte degli ISP.

proteggere i nostri diritti online

Secondo quanto riferito, il ragionamento di questo cambiamento è stato quello di “potenziare i consumatori e facilitare una supervisione efficace del governo”, nonché “stimolare la concorrenza e l’innovazione a beneficio dei consumatori”. Questo quadro consentirà presumibilmente un’evoluzione più capitalista di Internet e delle società ISP, sebbene non siano ancora state viste le ramificazioni complete di questo cambiamento.

Diversi membri del voto FCC hanno espresso il loro dissenso sulla decisione generale. A partire da ora, non si è verificata alcuna vera sfida o ribaltamento.

Neutralità netta nel riepilogo tra Stati Uniti e Canada

Pertanto, gli ISP americani sono attualmente meno ben regolati degli ISP canadesi. Negli Stati Uniti, Internet non è classificato come un servizio di telecomunicazione ma piuttosto un servizio di informazione, che consente alcuni tipi di discriminazione da parte degli ISP. Ciò include ma non si limita alla discriminazione dei prezzi, alla discriminazione sul traffico e alla discriminazione nell’area del servizio.

bandiera canadese su uno smartphone

In Canada, Internet è classificato come servizio di telecomunicazione ed è soggetto alle stesse normative descritte nell’originale Legge sulle telecomunicazioni. Ciò impedisce la discriminazione da parte degli ISP da parte del traffico o dell’area. In altre parole, gli ISP non possono addebitare prezzi diversi per diversi tipi di utilizzo di Internet o in aree diverse.

Sia la FCC che la CRTC possono approvare le norme relative alla regolamentazione dei servizi di telecomunicazione e informazione senza l’approvazione del rispettivo Congresso o Parlamento. Ciò non significa necessariamente che entrambi i corpi siano apolitici. Invece, libera quei gruppi dal prendere decisioni basate sull’attuale partito al potere.

Tuttavia, entrambi gli organismi sono soggetti a determinati gradi di interferenza e controllo da parte del governo. Mentre FCC e CRTC non sono controllati dal governo, molti funzionari di entrambe le organizzazioni sono eletti direttamente o indirettamente dal governo. Ciò significa che alcune politiche di partito si basano sulle loro decisioni.

Tuttavia, la discussione sulla neutralità della rete non è ancora terminata. Ci sono molti in Canada (in particolare gli ISP e i loro sostenitori) che desiderano alleggerire il regolamento che circonda Internet, mentre ci sono molti in America che stanno tentando di ripristinare i regolamenti del 2015 Legge sulle comunicazioni. Il tempo dirà come finiranno questa discussione e battaglia.

Utili strumenti per la privacy digitale

  • VPN canadesi
  • I migliori servizi VPN
  • Le migliori VPN per Netflix
  • Miglior gestore di password
  • Browser più sicuri

Notizie recenti sulla neutralità della rete

Il deputato di Oakville John Oliver protegge la neutralità della rete 

La Camera dei Comuni canadese ha votato all’unanimità il 23 maggio ad adottare un nuovo atto di legislazione sulla neutralità della rete chiamato Motion M-168. Questa mozione ha invitato il governo canadese a rafforzare e proteggere l’apertura di Internet usando la neutralità della rete come uno dei suoi principi guida nell’imminente revisione dei suoi atti di telecomunicazioni e radiodiffusione.Il deputato di Oakville John Oliver

Questa notizia è arrivata subito dopo l’annuncio FCC degli Stati Uniti che le regole sulla neutralità della rete scadranno l’11 giugno, il che darebbe agli ISP più potere per la discriminazione dell’accesso a Internet da parte dei consumatori.

Il deputato John Oliver ha descritto la sua convinzione che la neutralità della rete è importante per facilitare il successo tra i giovani imprenditori digitali. Inoltre, il sostegno è stato ottenuto da molti in tutti i territori canadesi, poiché la neutralità della rete è vista da molti come una libertà che non dovrebbe essere presa dai cittadini canadesi. sotto l’ex Pres. Barack Obama.

Perché la lotta contro la neutralità della rete in Canada non è feroce come quella degli Stati Uniti

Gli Stati Uniti e i suoi responsabili politici hanno combattuto per 15 anni sulla possibilità di distinguere Internet come utility o come servizio di informazione. Quest’ultima categorizzazione richiederebbe una regolamentazione più rigorosa per conto del governo e impedirebbe agli ISP di discriminare in base al contenuto che gli utenti consumano. La prima categorizzazione comporterà una minore neutralità della rete.

Gli sviluppi più recenti negli Stati Uniti sono avvenuti nel 2015 quando il governo di Obama ha implementato regole di neutralità della rete più rigorose e nel 2018, quando la FCC ha annullato tali regole e è tornata a una mano più leggera della regolamentazione.

Tuttavia, la lotta del Canada per la neutralità della rete non è così controversa o feroce perché la CRTC, la controparte canadese della FCC, è molto meno partigiana. In altre parole, il CRTC è meno influenzato dalla politica del partito ed è un’organizzazione più incentrata sui cittadini, anche se si verificano alcune attività di lobbying. D’altro canto, la FCC è fortemente influenzata dal partito politico al potere negli Stati Uniti.

Perché i canadesi dovrebbero preoccuparsi dei cambiamenti netti di neutralità negli Stati Uniti

Nel 2018, la FCC degli Stati Uniti, che regola le sue organizzazioni e i suoi servizi di comunicazione, ha votato per abrogare le precedenti leggi sotto l’amministrazione Obama che dettavano norme più severe per gli ISP in materia di discriminazione del traffico. Ciò ha comportato un’efficace abrogazione della neutralità della rete negli Stati Uniti.

La CRTC, la controparte canadese della FCC, ha affermato che ritiene che la neutralità della rete sia ancora importante e lavorerà per difenderla per i cittadini del Canada. Ma alcuni credono che la decisione negli Stati Uniti abbia creato un pericoloso precedente che potrebbe insorgere in Canada quando arriverà la prossima barca sull’interpretazione della neutralità della rete.

L’attivista di Internet promuove l’accentuata neutralità della legge

Sebbene il primo ministro Justin Trudeau abbia espresso esternamente il suo sostegno alla neutralità della rete, diversi attivisti di Internet hanno affermato che il concetto dovrebbe essere sancito dalla legge federale, ovvero trasformato in una legge o disposizione dell’esistente Legge sulle telecomunicazioni – piuttosto che essere lasciato “tra i margini” con le disposizioni esistenti.

Sostenitore della neutralità della rete

Ciò è in parte dovuto al potenziale di impostazione precedente che il ribaltamento della neutralità della rete FCC negli Stati Uniti ha causato nella mente di molti canadesi. Mentre il Canada è attualmente un paradiso per i sostenitori della neutralità della rete, la possibilità di cambiare la legge è sempre presente, soprattutto per qualcosa di ambiguo come la neutralità della rete.

Gli attivisti di Internet hanno affermato che rendere la legge più esplicita aumenterà la difficoltà che dovrà affrontare ogni possibile movimento di ribaltamento.

Il Parlamento canadese vota per proteggere la neutralità della rete a livello nazionale

Sebbene la FCC degli Stati Uniti abbia recentemente votato per abrogare la neutralità della rete, il Parlamento canadese ha votato per rafforzare la propria legislazione sulla neutralità della rete. Sebbene non sia un disegno di legge formale che incorpori la neutralità della rete nella legge, è un passo forte verso l’istituzione di una legge sulla neutralità della rete a sé stante.

Questa mozione, M-168, ha lo scopo di incoraggiare la protezione della neutralità della rete e la scrittura esplicita. Il Parlamento ritiene che costituirà una base per l’inclusione delle protezioni della neutralità della rete nelle future infrastrutture legislative in materia di telecomunicazioni e radiodiffusione.

Risorse di neutralità netta

  • Rapporto del Comitato permanente per l’accesso alle informazioni, alla privacy e all’etica – La protezione della neutralità della rete in Canada
  • Sintesi della legislazione sulla neutralità netta 2019 degli Stati Uniti
  • “Restoring Internet Freedom” di FCC
  • Punteggio FreedomHouse Internet Canada Freedom
  • Commissione canadese per i rapporti televisivi e le telecomunicazioni – Supporto della neutralità della rete
  • CRTC – Pratiche di gestione del traffico Internet
  • Note di ricerca sulla neutralità della rete dal parlamento canadese
Kim Martin Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map